CONDIVIDI

arzanese

SANTA CROCE SULL’ARNO. L’Arzanese non va oltre l’uno a uno e, complice il pari dell’andata e la miglior posizione in classifica del Tuttocuoio, è costretta al purgatorio della Serie D. Una beffa per la squadra di Marra, capace di sbloccare il risultato già al quarto d’ora con la rete di Polverino che ha legittimato il bel primo tempo. Una rincorsa, quella dei biancocelesti, che è partita da gennaio e si è fermata solo per una regola sicuramente non favorevole, che ha strizzato l’occhio al Tuttocuoio nonostante la rete in trasferta siglata dai campani e il pari a reti bianche di sette giorni fa. Un vero peccato per la compagine della famiglia Serrao che tra l’altro si è già attivata per cominciare l’altra partita, quella che potrebbe portare al ripescaggio nella Lega Pro unica, categoria che forse questa squadra meritava di ottenere già sul campo per la determinazione e l’entusiasmo visti in questo girone di ritorno.

Nella partita più importante dell’anno Marra ha dovuto fare a meno del bomber Ripa, uscito malconcio per un problema all’adduttore nella gara d’andata e seduto in panchina. Al suo posto Perna,­ entrato bene nel finale di partita domenica scorsa. Ed è proprio l’attaccante ex Treviso a fare da punto di riferimento per i suoi compagni, disputando una gara di spessore al servizio per la squadra. Gran carattere mostrato da tutti gli uomini di Marra nei primi 45’, passati in vantaggio grazie alla rete su corner del difensore Polverino, tra i migliori a fine gara. Nella prima frazione il Tuttocuoio si rende pericoloso con l’unica punta Ferrari ma Fiory è attento in una delle poche occasioni concesse alla punta. Nei neroverdi, i due trequartisti ­Di Giuseppe e Salzano non pungono, e infatti nella ripresa Alvini ordina il cambio del primo con l’attaccante Cherillo, risultato poi decisivo. Nel corso del primo tempo è l’Arzanese a impressionare per sagacia tattica e personalità, con Improta bravo a raccogliere l’assist dell’instancabile Mangiacasale dalla destra ma poco preciso nella conclusione. Nei secondi 45’ sono invece i toscani ad alzare il baricentro, ma ad andare vicino al gol è ancora l’Arzanese con Ausiello che si incunea tra le maglie pisane e calcia ma Bacci, protagonista già all’andata, salva ancora il Tuttocuoio. Passano soli 5’ ed è Giacinti ad andare vicino alla rete dal limite con la sfera alta di poco. Senza Colombo in avanti, il Tuttocuoio prova a scuotersi con il suo uomo migliore, Salzano, anche lui acciaccato dalla partita d’andata. Il fantasista è comunque un valore aggiunto sui calci da fermo ed è sua la bella punizione che termina sul palo esterno. L’occasione dà fiducia ai toscani, che al 21’ segnano con il nuovo entrato Cherillo, bravo a raccogliere la bella spizzata a centro area su punizione calciata ancora da Salzano.

 

Nel finale Marra butta anche Ripa nella mischia e il capocannoniere offre subito l’assist ad Ausiello che calcia troppo centralmente. Finisce così, all’Arzanese non basta. A festeggiare è il Tuttocuoio, bravo a non mollare nonostante lo svantaggio iniziale. Per i biancocelesti resta l’ancora di salvezza del ripescaggio, anche se per avere un quadro definitivo sui coefficienti bisognerà attendere ancora qualche giorno.

 

Vincenzo Piscopo

 

Tuttocuoio (4-3-2-1): Bacci 7; Arvia 6.5, Colombini I 6.5 (30’ st Colombini II sv), Falivena 6.5, Cacelli 5.5; Zane 5.5, Pane 5.5 (17’ st Catanese 5.5), Giannattasio 6.5; Di Giuseppe 5.5 (1’ st Cherillo 7), Salzano 6.5; Ferrari 6. A disp.: Morandi, Cardarelli, Balde, Texeira. All.: Ceccomori (Alvini squalif.).

Arzanese (4-3-3): Fiory 6.5; Pacini 6.5, Caso 6.5, Polverino 7, Patti 6.5 (12’ st Palumbo 6); Ausiello 6.5, Giannusa 6.5 (36’ st Ripa sv), Giacinti 6.5; Mangiacasale 6.5, Perna 6.5, Improta U. 6.5 (11’ st Castellano 6) A disp.: Sollo, Calabrese, Sandomenico, Figliolia. All.: Marra.

Arbitro: Sacchi di Macerata 6.

Marcatori: 14’ pt Polverino, 21’ st Cherillo.

Note: Ammoniti Mangiacasale, Arvia, Catanese, Giacinti. Spettatori 2000 circa. Recupero 0’ e 5’.

Vincenzo Piscopo

Addetto Stampa Us Arzanese