CONDIVIDI
delaurentiis (foto web)
delaurentiis (foto web)
delaurentiis (foto web)

Il Presidente a Radio Kiss Kiss: Rafa e’ un maestro di calcio, sa gestire alla grande il gruppo

“Con Rafa Benitez abbiamo fatto Bingo”. Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Radio Kiss Kiss fa il punto sui primi mesi del nuovo Napoli targato Benitez ed elogia pubblicamente il lavoro del tecnico azzurro.

“Rafa è un grandissimo signore, è un grande allenatore, un maestro di calcio teorico e pratico e sa gestire benissimo i suoi uomini. L’esempio è come ha saputo gestire Higuain che è il nostro gladiatore. Un campione come Gonzalo deve andare in campo quando si sente forte e al massimo della forma. Su questo il mister sa valutare i sentimenti e la condizione del calciatori.

“Sotto questo profilo Benitez sta seguendo alla grande Gonzalo ed averlo fatto giocare dall’inizio a Marsiglia è stato importante per fargli ritrovare la sicurezza e la forma. Benitez ha poi brillantemete inserito il nostro Duvan facendolo giocare in Champions e dandogli l’opportunità di segnare un gol fantastico”.

Poi il Presidente puntualizza alcune dichiarazioni rilasciate in una intervista sull’Equipe…”Io ho fatto una disamina sulla differenza che c’è tra la Champions League e L’Europa League. Purtroppo quest’ultima non può supportare economicamente i grandi Club che sono di livello superiore ed hanno costi di gestione elevato. L’Europa League è un torneo stancante ed inconcludente che ti porta via energie per il campionato. A quel punto io compro solo 17-18 giocatori e mi concentro sull’Italia. Platini, che ha introdotto il fair play finanziario, poi però va in contraddizione istituendo un torneo per ricchi ed un altro per poveri”.

“Platini poi deve capire che non basta un miliardo per la Champions, che non sono pochi ma neppure tantissimi per i costi di gestone dei calciatori. bisognerebbe dare almeno 5 miliardi di euro alle squadre partecipanti. Altrimenti Platini facesse una Champions con le squadre con minor indotto di tifoserie virtuali e noi organizziamo un campionato europeo in parallelo prendendo le squadre più importanti delle nazioni che hanno vinto più mondiali facendole giocare tra di loro in una super Lega. Il Napoli oggi come valore e indotto di tifosi virtuali non può giocare con pincopallo ma con Club titolati quali Barcellona, Real, Manchester, Bayern, PSG e così via”.

Fonte S.S.C.NAPOLI