CONDIVIDI
Inler (Foto: web)
Inler (Foto: web)
Inler (Foto: web)

A due giorni dalla vittoria in Champions League contro il Marsiglia e in proiezione della gara di campionato di domenica prossima al San Paolo prevista per le ore 12.30 contro il Torino, ha parlato uno dei protagonisti del centrocampo azzurro.

Gokhan  Inler a Radio Kiss Kiss ha analizzato il momento del Napoli e la screscita della squadra e l’andamento del Napoli in Campionato e in Champions League.

Ecco l’intervista riportata sul sito ufficiale del napoli dal centrocampista svizzero:

“Sto bene e puntiamo al massimo”. Gokhan Inler è certamente tra i protagonisti di questo inizio di stagione azzurra. Il centrocampista svizzero analizza il momento del Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss partendo dal successo in Champions al Velodrome…

 “A Marsiglia siamo stati bravi nell’approccio e nell’imporre il nostro gioco sin da subito. E’ stato un successo importante che apre le porte ad una possibile qualificazione. Abbiamo due partite in casa su tre e tutto può accadere. Certamente al San Paolo vogliamo conquistare il massimo e sarà importantissima la spinta dei tifosi per cercare di passare il girone”

 Intanto si riprende la corsa in campionato…”Sì, adesso siamo già concentrati su domenica. Veniamo da una partita sfortunata all’Olimpico in cui meritavamo molto di più. Adesso affronteremo il Torino che è una squadra molto dura con un buon possesso palla. In Italia ogni partita è difficile e bisognerà mettere in campo il massimo e tenere altissima l’attenzione. Di certo punteremo alla vittoria come sempre”

 E’ cambiato qualcosa per te tatticamente con l’arrivo di Benitez? “Io penso che tutta la squadra stia crescendo. La prestazione dei singoli è determinata dal gioco collettivo. Noi stiamo

bene, il mister ci sta guidando verso un t

ipo di gioco che ci piace e che sta dando i suoi frutti. Abbiamo nuovi elementi voluti proprio da benitez che sono grandi campioni e che possono dare alla squadra un contributo molto importante per arrivare ai vertici”.

 Sei il fulcro del centrocampo, ti piacerebbe un giorno diventare il capitano azzurro? “Io cerco sempre di dare il massimo per la squadra, sarebbe un sogno per me indossare quella fascia, però noi un capitano ce l’abbiamo ed è Paolo Cannavaro. E’ lui che rappresenta un simbolo ed una guida per tutti. Poi c’è Marek che è un grande calciatore, importantissimo per noi. Tutti insieme cercheremo di essere uniti per poter vivere una stagione da protagonisti”

Fonte S.S.C.NAPOLI