CONDIVIDI
marsiglia
Gli azzurri espugnano il Velodrome

 

UNA VITTORIA CHE DA’ SERENITA’ ALLA SQUADRA – Il Napoli di Benitez espugna il Velodrome battendo 2-1 l’Olympique Marsiglia. Già nella vigilia del match si parlava di una sfida delicata sia in campo, dove bisognava assolutamente portare a casa i tre punti fondamentali per il prosieguo in Champions, che sugli spalti per il rischio di scontri e sfottò contro i tifosi partenopei. Infatti poche ore prima della sfida c’è stato il triste episodio, fortunatamente senza gravi conseguenze, dell’attacco dei sostenitori del Marsiglia ad alcuni pullman che ospitavano i tifosi partenopei. C’è stato bisogno dell’intervento della polizia per sedare i facinorosi.

Ritornando al calcio giocato, la gara ha offerto poche emozioni in campo. Il Napoli ha avuto per buona parte della partita il pallino del gioco, ma ha evidenziato poco cinismo sotto porta. Nella prima frazione di gioco, occasione clamorosa per il vantaggio partenopeo: Higuain, solo davanti a Mandanda spedisce il pallone di poco al lato con una conclusione di destro. Il vantaggio azzurro arriva nei minuti finali del primo tempo con un bel goal di Callejon servito alla perfezione con un assist millimetrico di Higuain.

Il copione del match rimane invariato anche nel secondo tempo con il Napoli a fare la gara cercando di chiuderla preventivamente. Dall’altra parte c’è un Olympique che prova ad attaccare per acciuffare il pari, ma lo fa in modo scoordinato e impreciso specialmente sotto porta creando pochi problemi a Reina. Ci pensa Zapata nella seconda mezz’ora di gioco a portare gli azzurri sul 2-0 con uno splendido destro a giro che s’insacca a mezza altezza. Dopo la rete del raddoppio, il Napoli si limita a controllare la gara gestendo il risultato senza troppe difficoltà fino al minuto 86, quando Ayew indovina una conclusione velenosa che beffa Reina: Olympique Marsiglia-Napoli 1-2. Nei minuti di recupero gli uomini di Benitez gestiscono il risultato con qualche apprensione, ma alla fine riescono a portare a casa tre punti fondamentali che danno serenità all’ambiente sia per l’obiettivo qualificazione agli ottavi che per il prosieguo in campionato dopo il brutto passo falso dell’Olimpico contro la Roma.

Vincenzo Fiorenza