CONDIVIDI

Gli azzurri con Higuain in forse puntano a riscattare il ko di Londra.

Una rara occasione per godersi il Napoli in campionato alla luce del sole: con gli azzurri ormai stabilmente proiettati nell’Europa che conta, trovare la coincidenza di vederli giocare al consueto orario delle 15 diventerà sempre più una rarità: domenica il calendario dei posticipi ed anticipi televisivi ha messo in disparte il Napoli, che per l’unica volta in questo primo scorcio di campionato giocherà alla luce del sole (fatta eccezione per i due anticipi delle ore 18 contro Chievo e Genoa ndr) e davanti al proprio pubblico.

Avversario di turno il Livorno di mister Nicola, sempre battuto dai partenopei sia in casa che in trasferta nella gestione De Laurentiis; c’è da riscattare il pesante ko di Champions League contro l’Arsenal, il primo stop stagionale per i ragazzi di Rafa Benitez, che contro i labronici dovrà nuovamente effettuare un massiccio turn over. Se tra i pali è scontata la conferma dell’ottimo Pepe Reina, in difesa probabile turno di riposo per Mesto, con Zuniga pronto ad essere spostato sulla destra e con l’altro colombiano Armero al rientro dal primo minuto sull’out mancino. Tra i centrali in dubbio Albiol, non al meglio dal punto di vista fisico, con capitan Cannavaro pronto a subentrare per riprendersi gli applausi del suo pubblico e fare coppia con Britos.

In mediana alternanza tutta svizzera tra Inler e Dzemaili, con il secondo pronto a subentrare, mentre in avanti sono da verificare le condizioni di Higuain, pronto a tornare almeno in panchina: dal suo utilizzo dipende tutto lo schieramento offensivo, con il solo Hamsik che sembra finora sicuro del posto: per le altre tre maglie infatti è ballottaggio tra i vari Insigne, Callejon, Pandev, Mertens e Zapata.
(Fonte foto: Rete Internet)