CONDIVIDI

Azzurri finora sempre vincenti: e domenica è sfida verità a San Siro.

Un cambio totale di mentalità: da quando sulla panchina azzurra siede Rafa Benitez a Napoli è cambiato completamente modo di vivere l’approccio alle partite ed i relativi momenti successivi.

Almeno per quanto riguarda giocatori, staff tecnico e societario sembra che il “Rafa’s style” abbia contagiato tutti: quella sua flemma ma al tempo stesso attenzione sui dettagli ne fanno un vincente di natura, abituato a vivere con la pressione del risultato ma a non farsi travolgere dalla stessa. La sfida adesso sarà trasmettere questo suo stile di vita e metodologia di lavoro ad una città che sogna come ai tempi d’oro, mentre già si sprecano i paragoni tra l’argentino di allora e quello di oggi. Fatto sta che il Napoli sempre vincente finora in campionato ed in Europa (dove ha battuto niente meno che i finalisti della passata edizione, ndr) sarà atteso adesso da una sfida tutt’altro che semplice con il Diavolo rossonero rinfrancato dalla vittoria europea e pronto a tirare il primo scherzetto stagionale agli azzurri.

Rispetto all’undici sceso in campo contro il Borussia è probabile che questa volta sarà Pandev ad iniziare dal primo minuto al fianco di Hamsik e Callejon, con il Magnifico Lorenzo da Frattamaggiore pronto ad entrare (e si spera a far male ndr) a partita in corso; in mediana tra Behrami, Inler e Dzemaili la precisione e l’alternanza sarà come al solito tutta svizzera. Intanto in attesa della seconda sfida di Champions all’Emirates Stadium contro l’Arsenal, gli azzurri possono sicuramente festeggiare l’ingresso stabile in top 40 ed anzi provare in caso di altre vittorie ad avvicinarsi alla top 30, considerando che alcune delle squadre che ancora sopravanzano il Napoli in classifica possono sicuramente essere raggiunte e staccate in caso di buon andamento azzurro in Europa per garantirsi nei prossimi anni sorteggi sempre più abbordabili.
(Fonte foto: Rete Internet)