CONDIVIDI

10009718_10202375244956727_1387838737_n

Rafa Benitez ha parlato in conferenza stampa a Castelvolturno in vista della sfida decisiva con il Porto valevole per la qualificazione ai quarti di Europa League. I portoghesi partono dal 1-0 dell’andata firmato da Jackson Martinez. In conferenza è intervenuto anche il centrocampista azzurro Valon Berhami. Ecco le parole dei protagonisti:

“C’è grande fiducia in noi stessi. Abbiamo dimostrato in Champions che il San Paolo può essere determinante. Noi possiamo vincere”. Quale è l’obiettivo principale? “Ho sempre detto il secondo posto, ma ora pensiamo a questa partita. E’ una competizione europea di livello e vogliamo andare avanti”.

Come si deve affrontare la partita di domani? “Il motto senza fretta e senza pausa è perfetto. Non dobbiamo avere fretta o frenesia. Cominciamo a pensare al primo gol, poi vedremo gli altri. Il Porto è una squadra fortissima e noi dobbiamo essere preparati”. Vincere soffrendo aiuta? “L’ultima partita è stata difficile per noi. Il Toro gioca bene e negli ultimi quindici minuti la nostra crescita caratteriale è stata importante. Dobbiamo sempre mostrare questo atteggiamento. Lo abbiamo fatto anche con l’Olympique Marsiglia e la capacità di reagire è importante. Mostriamo la voglia di vincere anche trovando il gol nel finale”.

Come si vincono adesso le partite con tanti impegni ravvicinati? “Abbiamo esperienza, dobbiamo dare ai giocatori che non giocano la tranquillità di fare bene quando tocca a loro. Abbiamo energia e lucidità per fare bene”.

Il Napoli segna meno e subisce meno. E’ il giusto equilibrio? “Mi piaceva quando facevamo molte reti, ma mi piace il Napoli adesso che non subisce tanto. Non dobbiamo perdere qualcosa in attacco, dobbiamo migliorare la solidità difensiva. Noi dobbiamo fare gol domani contro un avversario tra le più forti del Portogallo

Può riposare uno tra Callejon e Hamsik? “Stanno tutti e due bene, ma abbiamo Insigne e Mertens o Callejon che possono giocare dietro la punta”.

10149358_10202375245316736_858617856_n

Ecco le parole di Valon Berhami:

“Giochiamo in casa, è un nostro obiettivo e poi questa competizione è affascinante. Per noi sarà una gara fondamentale. Affrontiamo il Porto e sappiamo che ce la possiamo fare”.

Quale deve essere l’approccio tattico? “Serve intensità di gioco che purtroppo non è sempre la stessa. E’ capitato altre volte, ma domani dovremo essere al top”.

Quali sono le sue condizioni? “Mi sento bene, a volte ci metto più a recuperare e per questo motivo non riesco ad essere pronto dopo tre giorni. Queste partite mi piacciono molto e domani sarò contento di scendere in campo”.

Cosa non si deve fare rispetto all’andata? “Evitiamo il primo tempo passivo del Dragao, dove poi abbiamo subito gol nel nostro momento migliore. Le indicazioni erano buone. Cerchiamo di essere costanti, non regaliamo niente al Porto”.

Bisognerà alzare molto il pressing? “Sì, giochiamo al San Paolo. In trasferta era giusto aspettare e non potevamo buttare via il confronto. Ora dobbiamo rischiare più alti e fare la differenza. Evitiamo la frenesia, non dobbiamo subire gol, sarà necessario l’equilibrio. Non avremo fretta. Dobbiamo attaccare con intelligenza. Questa partita ci farà capire ancora meglio i nostri obiettivi: se possiamo proseguire la corsa in Europe League oppure se dobbiamo pensare al secondo posto”.

Cosa ne pensa dell’apporto dei tifosi? “Sono sempre fondamentali, cerchiamo sempre di dare il massimo. Chiedo loro di avere pazienza, così siamo tranquilli pure noi”.

Quali sono i reali obiettivi del Napoli? “L’Europe League è lunga e difficile, ma sarebbe importante per dare un’immagine forte a livello continentale di Napoli. Abbiamo bisogno di questo per attirare giocatori di livello internazionale. E’ un messaggio forte e importante.

Arbitro della sfida l’inglese Atkinson. Fischio d’inizio ore 21,05.

Luigi Iervolino