CONDIVIDI

In vista del big match con il Milan, Mazzarri deve fare attenzione a ben 9 azzurri a rischio qualifica.

De Sanctis, Gamberini, Zuniga, Armero, Behrami, Inler, Pandev, Insigne, Calaiò: non si tratta della formazione che Mazzarri opporrà al Genoa, ma di tutti quegli azzurri che proprio nel posticipo di domenica sera contro il Grifone dovranno fare molta attenzione.

Sono ben 9 infatti i calciatori diffidati e che in caso di cartellino giallo, salterebbero il big match di domenica 14 aprile contro il Milan, che molto dirà sulle ambizioni di qualificazione diretta alla prossima Champions League del club di proprietà di Aurelio De Laurentiis. Non è da escludere quindi attendersi un mini turnover da parte del tecnico livornese, anche se in molti ruoli ad essere in diffida sono proprio le due alternative principali; ciò che sembra certo è invece il ritorno di De Sanctis, pronto a prendere il posto di Rosati, titolare nella trasferta vincente di Torino. Le condizioni di Campagnaro invece verranno valutate fino all’ultimo momento utile, visto che il problema muscolare rimediato dall’argentino con la sua nazionale lo tiene ancora in dubbio: se non dovesse recuperare è pronto Britos, reduce da una prestazione in ombra all’Olimpico.

Intanto la ritrovata verve prolifica di Cavani ridona speranze al tifo azzurro, con il Matador pronto ad infrangere nuovi record con la maglia del Napoli: il bomber uruguaiano è infatti a sole due reti dal record stagionale messo a segno nelle due precedenti stagioni (33 centri sia nella stagione 2010-2011 che in quella 2011-2012), mentre sono solo 4 le marcature mancanti al primato di gol in campionato: con 8 giornate ancora da disputare nessun traguardo sembra irraggiungibile per Cavani, che in vista di un addio a luglio sempre più probabile, ci terrebbe a lasciare Napoli con un buon ricordo per i tifosi e con un bel biglietto da visita per gli acquirenti (su tutte Chelsea, Real Madrid e Manchester City) pronte a fare la fila dal patron Aurelio De Laurentiis.
(Fonte foto: Rete Internet)