CONDIVIDI

image

Un Napoli poco bello ma concreto esce sconfitto 3-2 contro la Roma nella semifinale d’andata All’Olimpico.
Benitez schiera la miglior formazione possibile per tentare di far male alla difesa giallorossa. Garcia, preoccupato per il derby di Domenica, lascia a riposo Pianjc e mette in campo dal primo minuto Totti.
L’atteggiamento iniziale degli azzurri sembra diverso rispetto alle ultime uscite. Un Napoli deciso, più veloce che copre bene tutte le zone del campo. Al 5′ grande occasione per il Napoli: inserimento di Insigne che mette in mezzo un pallone d’oro per Higuain che viene anticipato prima del tap-in da un ottimo De Rossi. Ma il periodo no per la formazione di Benitez si materializza al 13′: invenzione di Totti che lancia Gervinho, supera Reina e insacca il gol del vantaggio per la Roma. Da segnalare la partenza dell’ivoriano leggermente in fuorigioco. Il Napoli si demoralizza e non riesce più ad impensierire la difesa giallorossa. Al 32′ arriva il raddoppio per la Roma: Strootman lascia partire un siluro dai 25 metri che si infila sotto la traversa. Gol da cineteca per il capitano degli “orange”.
La ripresa parte subito benissimo per gli azzurri: al 1′ Higuain raccoglie palla e mette al centro ma un errore di De Sanctis regala al Napoli il gol della speranza.
Dopo il gol il Napoli si rivitalizza e i campi danno vivacità alle giocate degli azzurri. Proprio il neo entrato Mertens firma il gol del pari: verticalizzazione veloce del Napoli con Mertens che supera il portiere della Roma facendo impazzire il settore dei tifosi del Napoli. Quando la partita sembra destinata a finire sul pari àrriva l’improvvisa fiammata per la Roma: azione veloce dei giallorossi finalizzata perfettamente da Gervinho che lascia partire un tiro sul primo palo dove Reina si fa trovare impreparato.
Dopo 3 minuti di recupero Bergonzi fischia la fine dando appuntamento a tutti a mercoledì prossimo quando al San Paolo si giocherà per la finalissima del 3 Maggio dove il Napoli sarà costretto a vincere.

Luigi Iervolino