CONDIVIDI

20131010_callejon

 

Il 2013 del Napoli si chiude questa sera a Cagliari in una sfida sempre molto appassionante e sentita da entrambe le squadre. La gara sarà diretta da Paolo Valeri della sezione di Roma 2. L’arbitro romano è un talismano per gli azzurri; con lui il Napoli va sempre a segno e vince quasi sempre. Solo una sconfitta, quella di Lecce, poi tutte vittorie. C’è già stato un 21 Dicembre tra Napoli e Valeri: era il 2011, nel recupero della prima Giornata non giocata per lo sciopero contro il Genoa. Il Napoli vinse 6-1. Le sfide con il Cagliari sono sempre emozionanti e rocambolesche. Cagliari-Napoli non è una partita per deboli di cuore. Dai tempi di Reja quando il Napoli fu prima agganciato e poi sorpassato nel recupero, fino al gol di Lavezzi segnato allo scadere con una ripartenza micidiale. L’ultimo Cagliari-Napoli risale al campionato scorso quando Marek Hamsik firmò il gol della vittoria. Anche Benitez ha un precedente contro i sardi: 0-1 nel 2010 quando era alla guida dell’Inter.

Intanto a Cagliari è sold-out per questa partita molto sentita dagli isolani. Problemi in difesa per Lopez che farà esordire Del Fabro al posto dello squalificato Rossettini. A centrocampo rientra Conte dalla squalifica e in avanti la coppia sarà Sau-Nenè. Per il Napoli dubbi legati all’abbondanza: in difesa ballottaggio tra Armero e Reveillere con il colombiano favorito. A centrocampo i tre svizzeri si giocano due maglie. In attacco sarà riproposta il quartetto che ha fatto male all’Inter con la speranza che Insigne trovi il suo primo gol stagionale. Intanto piccola grana in casa azzurra per la non convocazione di Cannavaro per questa sfida. Dopo tante dicerie il Napoli, attraverso un comunicato stampa, parla di febbre e quindi di indisponibilità dell’ex capitano del Napoli. Una piccola nube in un cielo che stasera deve illuminarsi di azzurro. Forza Ragazzi!!! Cagliari-Napoli sta per cominciare.

Luigi Iervolino