CONDIVIDI

Real Fac Marano – Sanità Calcio sospesa all’88’ per aggressione all’arbitro sul risultato di 2 a 2

Real Fac Marano:

De Magistris , Milano , Vellello , Guitto , D’ Altrui , Capuozzo M. , Ciccarelli (46’ Paradiso) , Capuozzo P. , Vallefuoco , Caruso , Di Francia

A disp: Lanza , Lanzuise , Lubrano . Pignatiello

Allenatore: Federico

Sanità Calcio:

Cetta, Pelorosso , Giuliano, Vinci , Bevilacqua, Fabozzi, Savarese (86’ Piscopo) , Arena (57’ Arnò) , Di Giovanni, Marsiglia (69’ De Angelis) , Mango

A disp: Massaro, Romano , Maraucci, Pezzella

Allenatore: Cuomo

Arbitro: Lamberti di Napoli

Angoli: 3-3

Spettatori: 20 circa

Ammoniti: 18’ Vellello , 32’ Vallefuoco , 38’ Capuozzo P. e 62’ Guitto (R) 31’ Giuliano , 52’ Di Giovanni e 81’ Arnò (S)

Espulsi: 88’ D’Altrui e Di Francia (R) per proteste

Reti: 19’ e 49’ Di Giovanni (S) 77’ e 79’ Vallefuoco (R)

Note : Partita sospesa all’88’ sul risultato di 2 a 2 per aggressione subita dall’arbitro da parte del calciatore Di Francia

Al complesso Kennedy la sfida tra i padroni di casa della Real Fac Marano e la Sanità Calcio è sospesa all’88’ sul risultato di 2 a 2 , mentre gli ospiti stavano per battere un calcio di rigore , perché l’arbitro è aggredito dal calciatore locale Di Francia , che espulso per proteste insieme al suo compagno di squadra D’ Altrui , ha continuato a protestare colpendo con un calcio il direttore di calcio , il quale non essendo piu’ in condizioni fisiche per continuare la gara ha decretato la fine dell’incontro. Riavvolgendo il film della gara , nelle prime battute dell’incontro , sono gli ospiti a dettare il gioco sfiorando la rete in due occasioni sempre con Mango , al 9’ punizione centrale dai 20 metri deviata in corner , al 11’ si libera di un avversario a centro area , ma la sua conclusione dal dischetto termina alta , il meritato vantaggio arriva al 19’ l’autore della realizzazione è Di Giovanni , che da distanza ravvicinata in posizione centrale risolve una mischia in area scaturita da un corner battuto da sx , la rete ha un effetto soporifero sulla gara , infatti i locali accusano il colpo e non riescono a rendersi pericolosi , dal canto loro gli ospiti gestiscono senza problemi il vantaggio , nella seconda parte della frazione i locali si organizzano e sfruttando anche un atteggiamento remissivo dei napoletani , si rendono pericolosi in due occasioni , al 33’ Vallefuoco calcia dal limite dx , la sua conclusione è respinta e poi spazzata in corner dalla difesa , sugli sviluppi dei quali Caruso calcia a colpo sicuro dal dischetto , ma il muro avversario respinge , la seconda occasione arriva in pieno recupero , il protagonista è Capuozzo M. che calcia a giro dai 20 metri centrali , ma la sua conclusione termina a lato. Nel secondo tempo i locali partono subito all’attacco sfiorando il pari al 47’ con Vallefuoco che al termine di un’azione personale sulla dx colpisce il palo dal vertice basso, come spesso accade rete sbagliata rete subita, infatti, al 49’ la Sanità Calcio raddoppia con Di Giovanni che insacca di testa da sottomisura centrale, un perfetto cross dalla dx di Marsiglia, i locali alzano il baricentro tentando un timido forcing, al 55’ Capuozzo M. calcia a lato dal limite dx, la grande occasione per i locali arriva al 65’, ma Milano si fa bloccare un rigore, concesso per un dubbio fallo di Vinci, nonostante questa doccia fredda i locali continuano ad attaccare, sfiorando la rete al 68’ con Caruso che con una spettacolare rovesciata da centro area, impegna in una grande deviazione in corner l’estremo avversario, i napoletani alleggeriscono la pressione al 69’ con Savarese che s’invola sulla dx, ma la sua conclusione dal limite è alta, nel finale di gara quando tutto sembrava già scritto, arriva l’incredibile 1-2 dei locali, che nel giro di 180 secondi pervengono al pareggio, al 77’ Vallefuoco realizza con un pallonetto dal limite centrale, al 79’ lo stesso attaccante realizza dal vertice basso al termine di un’azione personale, sugli sviluppi di una rimessa laterale battuta da dx, nel concitato finale, gli ospiti guadagnano un calcio di rigore all’88, i locali protestano animatamente costringendo l’arbitro a espellere D’ Altrui e Di Francia, quest’ultimo però perde la testa aggredendo con un calcio e un pugno l’ arbitro, che cade a terra, il direttore di gara dopo essersi rialzato decreta la fine dell’incontro non essendo piu’ in condizioni fisiche per continuare. L’incontro termina dunque con questo increscioso episodio , che certamente avrà strascichi disciplinari , l’autore dello sconsiderato gesto sarà squalificato pesantemente e la sua società perderà 3 a 0 a tavolino.

Edgardo Spiezia