CONDIVIDI

Napoli – Frosinone non ha nulla da dire, la partita vede un divario di valori in campo notevole. Col giusto approccio, il Napoli può avere la meglio senza alcun problema. Ancelotti e gli azzurri non vogliono e non devono fare gli stessi errori compiuti con il Chievo (Capitolo 17). Vengono dall’impegnativa vittoria di Bergamo (Capitolo 19) e nonostante si pensi animosamente alla partita decisiva di Champions, non vogliono e non vogliamo lasciare punti per strada. Il Napoli, tranne qualche sbavatura nel primo tempo, va avanti come un carro armato, e maciulla gli avversari. Inizierà la danza delle marcature Zielinski, con un fendente da fuori area. Poi Ounas, ancora da fuori area, a giro, di esterno, il secondo gol per lui in stagione. Nel secondo tempo, il Napoli continua sulla falsa riga della prima frazione di gioco, Milik va in gol per due volte, segna il primo incornando su un perfetto assist da calcio d’angolo (che impatto il polacco).

Nap-Fros-157Il mio racconto è stato volutamente lacunoso. Ho trascurato alcuni punti: l’estremo turnover in vista della partita con il Liverpool, i nomi di alcuni azzurri che hanno messo piede in campo, l’autore degli assist dei gol di Milik. Nonostante l’avversario fosse poca cosa, la prestazione della squadra va lodata. Dopo un turnover così ampio non è sempre facile aspettarsi prestazioni precise e di livello da coloro che giocano meno. Ma la notizia più importante della giornata riguarda coloro che mai avevano visto il campo, o che non lo vedevano da parecchio. Oggi va in scena un mercato invernale anticipato. Nella formazione iniziale vengono presentati, oltre ad Ounas e Luperto, anche Meret in porta (è il suo esordio in maglia azzurra) e Ghoulam sulla sua amata fascia. Sul primo il giudizio tecnico è sospeso, non è stato mai impegnato. Il secondo vuole strafare, ha voglia di ritornare ai suoi fasti, vuole ritornare il fenomeno del periodo che lo vide cadere sul peso di un ginocchio lesionato. Ghoulam è autore di una buona partita, partono dal suo piede i due gol di Milik, e cerca anche il gol da calcio d’angolo, ma ricordiamo che non è una novità per lui. Il franco-algerino è tornato. Ma non è finita qui, c’è il tempo per far entrare un altro giocatore, anche’egli infortunato, che mai aveva vestito la maglia azzurra e che non voleva vestirla. E’ l’esordio di Younes, qualche minuto per lui, qualche buona sensazione, cerca il dribbling, cerca il cross in mezzo, mette lo zampino nel secondo gol di Milik.

Il mercato invernale è iniziato in anticipo, il Napoli acquista 3 nuovi giocatori, riconferma le idee di Ounas, e ridà fiducia a Milik, forze importanti per proseguire sul fronte europeo e quello italiano. Il Napoli passa la prova Frosinone e pensa alla notte europea, al Liverpool. Manca poco, ma serve tutto l’impegno azzurro per conquistare la qualificazione.

La mia sul Napoli