CONDIVIDI

Nap-Stel-46Al San Paolo per conquistare la qualificazione, per “vendicarsi” del pareggio immeritato della partita di andata (Capitolo 5), il Napoli vede il rosso dei serbi della Stella Rossa, non ci vede più, è un toro che frantuma gli avversari in circa un’ora, giocando ad alti livelli. Altra cosa a confronto del Napoli svogliato che non ha giocato contro il Chievo (Capitolo 17). Contro i Clivensi il Napoli aveva dimenticato il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera”, ma come auspicato, se ne ricorda in Champions. Con la Stella Rossa, gli azzurri ritrovano se stessi, ritmo, precisione e ossessione. Gli avversari capiscono chi sono gli azzurri, che terminano il primo tempo sul punteggio di 2 – 0. Degni di nota un tiro di tacco di Mertens, una discesa di Koulibaly che termina l’azione incornando di testa, e l’unico pericolo degli avversari, Ospina salva a modo suo. Il 2 – 0 è figlio di un calcio d’angolo, finalmente, il Napoli ricorda come si segna dai corner, il gol è del capitano Hamsik. Il Napoli ossessiona gli avversari, cerca di aggirarli, crea spazi. In uno di questi, quello creato da Fabian, si infila Mertens che, servito dallo spagnolo, insacca a modo suo, con la sua frustata, toccandola di esterno, a volo, creativo. Il Napoli chiude le pratiche, per quanto gli riguarda, al minuto 51, Hamsik verticalizza, Mertens finalizza scappando oltre i difensori. E qui si spegne il Napoli. Concede spazio agli avversari, che arrivano anche al gol della bandiera, Marin crea una meraviglia e serve oltre i difensori azzurri Ben Nabouhane, che supera a giro Ospina. Il Napoli si è spento e concede spazi, per troppo tempo, si difende e si propone poco e male.

Giudizio negativo su questo finale di partita, ma un’oretta di gioco basta e avanza. Basta e avanza per vincere contro la Stella Rossa, la qualificazione è ancora ad un passo, ma non raggiunta. Sull’altro campo, al Parco dei Principi, il Paris Saint-Germain ha la meglio sul Liverpool. Si decide tutto all’ultimo turno. Il Napoli, dato per spacciato all’inizio di questa competizione, ha dimostrato, invece, con i fatti e i risultati, di poter guidare, ad un turno dalla fine, il girone di Paris Saint-Germain e Liverpool. Il Napoli guida con 9 punti, seguono i parigini ad 1 punto e gli inglesi a 3. Il Napoli può contare su 2 risultati su 3, e si qualificherebbe addirittura perdendo con un gol di scarto, ma segnandone almeno uno, e anche perdendo, se i parigini dovessero perdere a loro volta. Bisognerà segnare almeno un gol e non perdere con uno scarto di 2 o più gol. Molte combinazioni, alle quali, forse, il Napoli non dovrebbe pensare. Gli azzurri dovranno giocare l’intera partita, perché contro il Liverpool un’oretta di gioco potrebbe non bastare.

La mia sul Napoli