CONDIVIDI

Inizia il girone di ritorno, dopo l’eliminazione in Coppa Italia, e prima di una pausa bisettimanale, toccasana per il corpo e la mente di giocatori e addetti al lavoro, meno per i tifosi che vorrebbero vedere la propria squadra giocare sempre.

Napoli – Verona sembra una partita non facile da sbloccare. Sebbene domini per buona parte del primo tempo, il Napoli sembra un po’ troppo lezioso negli ultimi metri, non è preciso sull’ultimo passaggio e il gol non arriva. L’occasione più ghiotta parte dai piedi di Insigne, che serve dall’altro lato Mertens, che centra il palo. La storia continua invariata nella seconda frazione di gioco. Il Napoli prende sempre più possesso del gioco, creando ancora pericoli e colpendo un palo con Insigne, ma si deve attendere il 64’ per il gol che sblocca la partita. Da corner a corner, da corner era iniziata l’avventura del Napoli in questo campionato, proprio con il Verona, e alla stessa maniera inizia questo girone di ritorno. E’ il Napoli metodico di Sarri, che prova e riprova movimenti e schemi, implementandoli, Napoli-Verona-62-esul-koulibalyidentici a se stessi, più e più volte durante le partite. Calcio d’angolo di Mario Rui e Koulibaly incorna più in alto di tutti, anticipando Nicolas in uscita. Bravo il colosso azzurro, a 4 reti in campionato, è il capocannoniere dei difensori della Serie A. Nei 5 migliori campionati europei, condivide la seconda posizione con Otamendi del Manchester City, meglio di loro solo Alonso del Chelsea (fonte Squawka). E’ il sesto gol stagionale secondo i siti di statistica (WhoScored e Squawka), il Napoli ha segnato più di tutte in Serie A. Il Napoli è tra le migliori 3 squadre in campionato dai calci d’angolo, anche per quanto riguarda la percentuale di conversione in gol dei corner calciati. La Juventus guida questa classifica col 5.1%, seguono il Napoli col 4.8% e la Lazio con il 4.6% (vedi anche il pezzo per avere maggiori informazioni e questo link per la statistica completa). Il gol sblocca la partita e arriva anche il secondo, è ancora un gol da Napoli, l’azione che parte da Insigne e viene finalizzata da Callejon. Il Verona si sbilancia e il Napoli trova spazio sulla sinistra con Insigne, il cross questa volta è col sinistro, Insigne cerca e trova Callejon dall’altro lato, oltre i difensori avversari, sul lato debole, dove occhio veronese non arriva. Ma arriva il gol dello spanish sniper Callejon, per lui è il sesto gol stagionale in Serie A, settimo complessivo. Lo spagnolo ritorna al gol dopo 13 partite a digiuno. Si trema per un contropiede ed un’incertezza di Reina, ma la partita termina sul punteggio di 2 – 0.

Roma e Inter perdono ancora punti in questa giornata, mentre la Juventus conquista 3 punti importantissimi con non poche polemiche per due sviste arbitrali, alle quali nemmeno il VAR riesce a porre rimedio. Dal canto suo, nonostante non sia al 100% con tutti i suoi uomini, il Napoli metodico di Sarri mantiene la vetta, ritorna ad essere fresco e dinamico nel suo gioco, e arriva al gol con due sue specialità: i calci d’angolo e il cross di Insigne verso il lato debole. Ora un po’ di riposo, gli azzurri sono già partiti per posti esotici, per godersi il meritato riposo. Un po’ di riposo, ma non troppo, anche per il metodico Sarri, che avrà il tempo per pensare al suo uomo nero, il “fastidioso” Gasperini.

La mia sul Napoli