CONDIVIDI

images

Il portiere azzurro a Radio Kiss Kiss: La gara che arriva prima e’ quella che conta, vogliamo lottare per il vertice

“Con l’Udinese è la partita più importante”. Pepe Reina trascinatore e voce dell’esperienza di questo Napoli. Il portierone azzurro ai microfoni di Radio Kiss Kiss analizza il momento azzurro e guarda al campionato dopo il bel successo all’Olimpico con la Lazio…

“Vogliamo restare ai vertici della classifica e sabato per noi sarà una gara di grande valore per lottare in testa al campionato. Sappiamo che avremo tre match in casa, compresa la Champions con l’Arsenal, ma siamo perfettamente consapevoli che la partita che più conta è quella che arriva per prima”.

“Siamo concentrati sull’impegno di sabato sera, anche perchè abbiamo visto la forza dell’Udinese che ha sfiorato il colpo a Torino con la Juventus, perdendo solo al novantesimo. Hanno un’ottima ripartenza e noi dovremo dare il massimo per proseguire in maniera positiva il nostro cammino”.

Quanto è importante per te lavoare con Benitez? “Tanto, io lo reputo un mio padre putativo sia nel calcio che nella vita. Lui mi ha portato al Liverpool e mi ha sempre stimato. La fiducia che ha in me mi ha aiutato a crescere e mi sta facendo rendere al meglio anche a Napoli”.

Che rapporto hai instaurato con l’ambiente napoletano...”Qui mi trovo benissimo, la città è molto simile a Cordoba dove sono nato, c’è grande calore, passione, calore e la gente ti sta molto vicino. Nessuno ha timore di mostrare la propria fede per la squadra del cuore. Napoli è molto simile al sud della Spagna, per questo anche mi trovo splendidamente io e la mia famiglia”.

A Napoli sei diventato idolo e gran protagonista, può servire per scalare la porta della Nazionale ai Mondiali? “La Spagna ha portieri fortissimi e di grande livello. Io sono nel gruppo e spero, anche grazie alla mia avventura a Napoli, di poter giocarmi la maglia da titolare ai Mondiali”.

FONTE: S.S.C. NAPOLI