CONDIVIDI
NAPLES, ITALY - SEPTEMBER 17: Napoli's coach Maurizio Sarri looks on during the UEFA Europa League match between Napoli and Club Brugge KV on September 17, 2015 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

NAPLES, ITALY - SEPTEMBER 17:  Napoli's coach Maurizio Sarri looks on during the UEFA Europa League match between Napoli and Club Brugge KV on September 17, 2015 in Naples, Italy.  (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il Napoli non compie il salto di qualità e dopo la vittoria in Champions, cade 1-0 contro l’Atalanta a Bergamo. Partita brutta per gli azzurri che hanno stentato nel gioco e nella precisione dei passaggi.

Il Napoli si schiera con Reina in porta, Hysaj, Maksimovic, Koulibaly e Ghoulam in difesa. Jorginho, Zielinsky e Hamsik a centrocampo. In attacco Insigne, Callejon e Milik.
Al 5′ subito Napoli pericoloso con una punizione di Insigne che sfiora il palo. Al 8′ a sorpresa passa l’Atalanta: errore di Ghoulam che smarca Petagna che solo davanti a Reina non sbaglia per il vantaggio della Dea. Al 21′ il Napoli prova a reagire con Callejon che sfrutta una scivolata di Dramè ma lo spagnolo calcia su Berisha. Proprio Berisha compie un miracolo al 28′ sulla punizione di Ghoulam indirizzata nell’angolo alto. Al 32′ grande Atalanta: prima Gomez e poi Dramè vanno vicino al raddoppio. Al 41′ Napoli vicino al gol con Milik che a giro impegna duramente Berisha che devia in angolo.
Nel secondo tempo subito fuori Callejon per Mertens. Il Napoli schiaccia l’Atalanta nella propria metà campo ma non riesce a rendersi pericoloso. Al 37′ calcio d’angolo insidioso di Ghoulam corretto da Gabbiadini ma Masiello salva tutto. Dopo 5 minuti di recupero Rizzoli decreta la fine del mat