CONDIVIDI

La fede religiosa abbraccia quella calcistica. Sacro & profano si mescolano nell’omelia di Don Giuseppe Milo che durante un matrimonio ad Agerola ha tirato fuori l’affaire Higuain:” I napoletani sono tutti affranti per la cessione di Higuain alla Juventus, ma io sfiderei chiunque di voi, per quei soldi, a non andare in un’altra squadra. Ma sentite, fatemi il piacere, è l’interesse a muovere le redini del mondo a chi volete prendere in giro?. Altro che cuore, quel poveraccio ha avuto una grande proposta e l’ha presa, è la mentalità umana questa. Dio, invece, non ragiona così”. Insomma, Don Giuseppe Milo non ha digerito la scelta del centravanti argentino paragonata a un sintomo della debolezza umana. Tuttavia don Giuseppe Milo ha omesso di dire una cosa: nel Cristianesimo esiste anche la dottrina del perdono. Vale per i peccatori. E pure per i giocatori. Anche quando cambiano maglia.

 

ricorso-higuain

 

Mariano Messinese