CONDIVIDI

Nello spogliatoio dell’ASD San Paolino si festeggia la vittoria contro la Vigor San Paolo Bel Sito. Cori e sopratutto gavettoni: “Vittima” prescelta mister Mungiello che con la tuta fradicia ci raggiunge per l’intervista.

Allora, Mungiello, il San Paolino non si ferma più, vince anche questo “derby speciale” con la Vigor San Paolo Bel Sito. Gara dai due volti: primo tempo al piccolo trotto, nel secondo tempo invece una grande prestazione dei suoi uomini.

“Sì, assolutamente. Nel primo tempo abbiamo avuto un approccio sbagliato. Del resto era una partita molto sentita. Era un derby, nell’altra squadra c’erano diversi calciatori che avevano giocato l’anno scorso con noi. Tra il primo e secondo tempo ci siamo confrontati tutti quanti assieme e nella ripresa  i ragazzi hanno disputato una buona gara. La forza di questa squadra è che, a prescindere da chi giochi, gli altri si sono sempre fatti trovare pronti, anche oggi che avevamo diversi indisponibili”.

Anche oggi avete mantenuto la porta inviolata…

“Sono contento anche per Gianluca Piccolo che si è inserito alla grande nel reparto difensivo. Questa è una squadra che gioca “di reparto” e dietro stanno facendo davvero bene”.

A chi la dedicate questa vittoria?

“A Felice Fernando che si è infortunato la settimana scorsa. Oggi è sempre stato con noi: dal riscaldamento, all’intervallo, fino al termine del match. E’ un giocatore che ha dato l’anima, dalla prima partita fino all’ultima. Ci teniamo tantissimo a dedicargli questa vittoria”.

Mungiello, alla luce della marcia inarrestabile nel girone di ritorno, come spiega i risultati deludenti ottenuti in quello di andata?

“Purtroppo è così. E’ inutile fare dietrologia. Dobbiamo guardare avanti. Adesso dobbiamo giocare a Fratta (Cardito ndr). Ma almeno adesso siamo noi gli artefici del nostro destino. Vincendo a Fratta e con i 3 punti che ci spettano per la partita con il Mandamento, credo che dovremmo farcela. Non molleremo fino alla fine”.

 

Dopo Mungiello anche Ruggiero, autore della tripletta che ha steso il Vigor San Paolo Bel Sito, dice la sua sulla gara: “Non ho fatto tutto da solo. Il merito è anche dei compagni, soprattutto sul secondo e terzo gol. Il rigore sbagliato? Purtroppo è una lotteria. Sono andato a colpo sicuro ma è andata male. Un conto in sospeso con il San Paolo? Sì, l’assenza ingiustificata, soprattutto domenica scorsa. Non ho potuto giocare e mi sono rifatto alla grande”.

San Paolino, Ruggiero

 

Mariano Messinese

Twitter: @MarianoWeltgeis