CONDIVIDI

Fa tutto Ruggiero: segna una tripletta, si procura e sbaglia un rigore, ma soprattutto regala 3 punti d’oro al San Paolino per la volata play-off. Allo Sporting Club di Nola l’Asd San Paolino batte la Vigor San Paolo Bel Sito 3-0. Gara dai due volti: primo tempo al piccolo trotto, ripresa senza storia con l’Asd San Paolino che archivia il match con le reti del suo capocannoniere. A 90′ minuti dalla fine del campionato (e in attesa dei ricorsi presentati) la corsa agli spareggi promozione è apertissima. Contro la Real Frattaminore servirà un’impresa. Un’altra ancora.

RUGGIERO FA E DISFA- Mungiello ha l’infermeria piena e deve anche rinunciare a Salvatore Piccolo fermato per un turno dal giudice sportivo. Il tecnico nolano si affida al solito 4-3-3 con il tridente Aprea-Ruggiero- Napolitano. Castaldo risponde con il 3-5-2 che diventa un 3-3-4 in fase di possesso palla. Due giri di lancette e Napolitano si divora il gol del vantaggio, controllando male a tu per tu con Broda. Sul ribaltamento di fronte, D’Elia viene rimontato da un recupero miracoloso di Sepe al momento di battere a rete. Al 5′ discesa di Sepe sulla fascia, cross per Napolitano che non riesce ad addomesticare la sfera nell’area piccola. Dopo i fuochi d’artificio iniziali, i ritmi si abbassano e la partita regala poche emozioni. Serve un episodio su palla inattiva per sbloccarla. Presto detto: al 17′ Ruggiero si guadagna un calcio di punizione dai 25 m  in posizione decentrata. Batte lo stesso attaccante del San Paolino: traiettoria velenosa che sbuca tra una selva di gambe e si infila alle spalle di Broda. Il vantaggio galvanizza i padroni di casa alzano il baricentro e provano ad archiviare la pratica: al 22′ splendida combinazione Ruggiero-Aprea che pesca Paura liberissimo in area di rigore, ma la conclusione del centrocampista è murata dalle difesa ospite. Il San Paolino continua a spingere sempre sull’asse Aprea- Ruggiero: al 34′ proprio Aprea scambia con Ruggiero che viene atterrato in area. E’ calcio di rigore. Dal dischetto, dopo un battibecco con Aprea, si presenta lo stesso Ruggiero che spara alto. E’ questa l’ultima emozione di un primo tempo combattuto ma poco spettacolare.

13140584_10207649021757186_36762832_n

RUGGIERO FA TRIS- La ripresa si apre con il San Paolino alla ricerca della rete della sicurezza. A Ruggiero bastano 7′ per timbrare di nuovo il cartellino: Aprea lancia in profondità per il “man of the match” che di controbalzo ,da posizione decentrata, pesca il sette nell’angolo opposto. Gol meraviglioso. E risultato nel congelatore. Ma gli uomini di Mungiello non si accontentano e due minuti dopo ancora Aprea ricama per Ruggiero che brucia il diretto avversario e trafigge per la terza volta Broda. A mezz’ora dalla fine non c’è più partita. Il San Paolino si limita a controllare, Mungiello richiama in panchina Napolitano e Ruggiero per Ussorio e Lombardi. Proprio Lombardi ha sui piedi la palla del poker, ma, dopo aver scartato il portiere, scivola e conclude sul fondo. Il resto è pura accademia. Al triplice fischio finale il San Paolino può festeggiare. Ma non troppo. Tra sette giorni c’è un’altra battaglia complicata da vincere. Anche se con questo Ruggiero tutto è possibile.

 

Mariano Messinese

Twitter:@MarianoWeltgeis