CONDIVIDI

Finisce senza reti il match tra Virtus Afragola e San Paolino Per gli uomini di Mungiello è un punto guadagnato su un campo difficile come il “Moccia”, anche in virtù dei tanti indisponibili che hanno costretto il tecnico nolano a . Il pareggio consente quindi ai nolani di allungare la striscia di risultati positivi  e conservare le ambizioni play-off (distanti appena 2 punti), in attesa del verdetto del giudice sportivo sulla gara non disputata contro il Mandamento.

VINCE LA NOIA-  Il primo tempo scorre via senza troppe emozioni. Si gioca a ritmi blandi e compassati. Salvatore Piccolo prova a scuotere i suoi con qualche calcio piazzato senza esito. La Virtus Afragola si adegua e non fa molto per sbloccare il match. Si va quindi all’intervallo tra gli sbadigli dei pochi intimi.

ASSEDIO- Nella ripresa cambia il copione del match: i padroni di casa salgono in cattedra, gli ospiti arretrano pericolosamente il baricentro. La squadra di Boemio pianta le tende nella metà campo avversaria e crea diverse occasioni per passare in vantaggio, ma un salvataggio sulla linea e la traversa negano l’1-0 alla Virtus Afragola. Per Iorio e Piccolo è tempo di indossare l’elmetto per difendere la trincea davanti alla porta di Marotta.  Non è un caso che la difesa del San Paolino sia la migliore del girone di ritorno. Infatti anche questa volta Marotta mantiene la porta inviolata prima del triplice fischio finale che sa di liberazione per il San Paolino e di rimpianto per la Virtus Afragola.