CONDIVIDI
ACQUACHIARA-IMPERIA 7-10 (1-2; 1-5; 2-3; 3-0)
Carpisa Yamamay Acquachiara: Iaccarino, Monaco 1, Anastasio 1, Maglitto, Migliaccio 1, De Magistris, Vitiello, Tortora 3, Foresta 1, Acampora, Centanni, Esposito, D’Antonio. All. Damiani.
Imperia: Solaini, Amoretti 2, Borriello, Pustynnikova 4, Cuzzupè 1, Tedesco, Gamberini, Garibbo, Mori 3, Bencardino, Drocco, Mirabella, Sowe. All. Stieber.
Arbitri: Ercoli e Navarra.
Superiorità numeriche: Acquachiara 4/12, Imperia 1/6.
Note: uscite per limite di falli Drocco (I) nel terzo tempo e Amoretti (I) nel quarto. Espulse per reciproche scorrettezze Acampora (A) e Mori (I) nel quarto tempo.
acquachiara1
NAPOLI – Arriva la prima vittoria stagionale della RN Imperia nel massimo campionato di pallanuoto femminile contro la Carpisa Yamamay Acquachiara; entrambe le compagini, finora, stazionavano all’ultimo posto della Regular Season a quota zero punti.
La squadra di Stieber si impone col punteggio di 10-7 nei confronti delle biancazzurre.
Ad andare in vantaggio, però, sono le ospiti che prima, a 3’43”, si portano sull’1-0 con Mori ed infine raddoppiano a 4’41” con la russa Pustynnikova. Ci pensa Tortora ad accorciare le distanze e suonare la sveglia in casa Acquachiara con una conclusione beffarda sull’uomo in più.
Secondo tempo. L’Acquachiara spegne la luce ed il black-out per la compagine napoletana consente alle giallorosse di portarsi avanti, addirittura, di 5 reti (1-6) con le segnature di Pustynnikova (doppietta), Amoretti e Mori. La rete partenopea arriva nuovamente a 4’33” dal giro di boa con Tortora su rigore ma è solo un intermezzo perchè la solita Pustynnikova va nuovamente a segno, calando il suo personalissimo poker in poco meno di 16 minuti di gioco. Intanto, tra i pali della Carpisa Yamamay esce il portiere schierato titolare Iaccarino per far spazio a D’Antonio.
Cambiano le panchine ma non cambia il copione della gara anche se l’Acquachiara mostra un accenno di reazione. Il terzo tempo si chiude sul 10-4 nei confronti delle rarinantine: per le ospiti a segno Amoretti, Tedesco e Mori; mentre per le biancazzurre in goal Monaco e Tortora (tripletta).
Troppo poco per le padroni di casa nonostante che nonostante le tre reti dell’ultimo quarto riescono ad accorciare le distanze (10-7) ma non a strappare punti utili alla fine del match.