CONDIVIDI

LOGO ACQUACHIARA (1)

Mercoledì scorso alla Scandone Damjan Danilovic, ex mancino della Carpisa Yamamay Acquachiara, per poco non ha giocato un brutto scherzo ai biancazzurri di De Crescenzo: 5 gol uno più bello dell’altro, ma la qualità delle segnature non conta. La quantità sì, perché per “colpa” di Danilovic l’Acquachiara è riuscita a conquistare i tre punti soltanto nel finale.

Un altro ex, anche lui mancino (Matteo Astarita) si troverà sulla strada di Ferrone e compagni nel match di domani pomeriggio in casa della Florentia (ore 16). Mercoledì scorso di reti Astarita ne ha fatte addirittura sei (a Trieste): i biancazzurri dovranno stare molto attenti. Anche perché la Nannini di Firenze, tradizionalmente, è una vasca nella quale la Carpisa Yamamay non si è mai trovata a suo agio.

Mentre la pallanuoto pensa di ridurre gli uomini a referto (da 13 a 11), Paolo De Crescenzo fa esattamente il contrario: a Firenze ne porterà 14: i tredici della formazione base più il giovane Aiello. Florentia senza il serbo Vasic, squalificato. Stop anche all’allenatore Vannini: non potrà essere in panchina.

Sarà Martina Mazzola, invece, l’unica novità nel roster dell’Acquachiara di Barbara Damiani domani pomeriggio a Bogliasco (ore 15) nella quinta giornata di A1 femminile. Mazzola prenderà il posto di Toraldo nel consueto turnover tra le più giovani biancazzurre. “Non è sulla carta una partita alla nostra portata – dice Damiani -, ma rispetto a quella di Messina lo è un po’ di più. Una cosa è certa: troveremo ad attenderci una squadra molto arrabbiata, decisa a riscattare la sconfitta casalinga di sabato scorso contro il Cosenza. Le mie ragazze, come sempre, cercheranno di dare il massimo”.

COMUNICATO STAMPA CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA