CONDIVIDI

32518-higuain-autore-di-un-goal-contro-il-borussia-dortmundIl pesante passivo di 3-1, rimediato ieri sera contro il Borussia Dortmund, ha notevolmente accresciuto la striscia di risultati negativi consecutivi del Napoli. Le tre sconfitte consecutive tra campionato e Champions contro Juventus (3-0), Parma (1-0) e Borussia Dortmund (3-1) pesano come un macigno sul rendimento dei partenopei. I dati di queste ultime tre partite sono davvero poco confortanti: 7 goal subiti e solo 1 realizzato. Analizzando a ritroso il cammino dei partenopei in queste due competizioni vengono fuori altri dati allarmanti: il Napoli non vince una partita da piu’ di venti giorni. Infatti, l’ultima vittoria in campionato risale al 2 Novembre, nella gara casalinga contro il Catania (2-1). Mentre l’ultima vittoria in Champions risale al 6 Novembre, nella gara casalinga contro l’Olympique Marsiglia (3-2). Tranne le vittorie esterne contro Olympique Marsiglia e Fiorentina, entrambe per 2-1, la squadra ha chiaramente dimostrato che fuori casa non è una macchina da guerra, specialmente contro le grandi. Le sconfitte in trasferta contro: Arsenal (2-1), Roma (2-0), Juventus (3-0) e Borussia Dortmund (3-1) sono la chiara testimonianza dell’evidente difficoltà riscontrata contro le compagini di un certo livello. Ma restando in tema Champions, la brutta sconfitta di ieri contro il Borussia Dortmund complica davvero tanto il passaggio agli ottavi di finale per i ragazzi di mister Benitez. Ora servirà un miracolo, piu’ che un’impresa, contro l’Arsenal. L’aritmetica però non ci tiene ancora fuori dai giochi e alcune combinazioni riaccendono una piccola speranza, ormai ridotta al lumicino. Bisogna partire dal presupposto che la vittoria per 2-0 sull’Arsenal non basta (a meno di un clamoroso miracolo del Marsiglia che dovrebbe battere il Borussia). Quindi sarà necessaria una vittoria con tre gol di scarto. Un eventuale arrivo a 12 punti tra Arsenal, Napoli e Dortmund farebbe decidere la qualificazione agli scontri diretti e alla differenza reti accumulata nelle sei sfide dirette tra queste squadre. Ecco quindi che l’eventuale 3-0 porterebbe gli azzurri a 0 nella differenza reti negli scontri diretti (e l’Arsenal crollerebbe di conseguenza a -1) qualificando direttamente gli azzurri agli ottavi di finale.  In caso di vittoria del Napoli per 2-0 contro l’Arsenal succederebbe che: gli inglesi andrebbero a 0 nella differenza reti, mentre il Napoli salirebbe a -1. Questo comporterebbe le qualificazioni degli inglesi e dei tedeschi. Un passaggio del turno sarebbe anche possibile battendo l’Arsenal 1-0 o 2-0 o con meno di tre gol di scarto, ma il Borussia Dortmund dovrebbe non vincere contro il Marsiglia, ancora fermo a 0 punti. Inoltre, in caso di sconfitta del Borussia a Marsiglia, agli azzurri basterebbe anche solo un pareggio.

Vincenzo Fiorenza – Redazione Sport.ilmediano.it