CONDIVIDI

index

Arbitro e ingenuità condannano la squadra azzurra

Il Napoli perde ma esce a testa alta dal “Westfalen Stadion”. I ragazzi di Benitez giocano una partita d’intensità, lottano su ogni pallone, creano molte occasioni da gol ma l’esperienza, la freddezza e un arbitro poco all’altezza consegnano al Borussia Dortmund la vittoria per 3-1. Sin dai primi minuti, in campo si nota un Napoli ben messo, concentrato, che copre ogni zona del campo, raddoppia e riparte. La prima doccia fredda è dietro l’angolo: su un calcio d’angolo Fernandez e Lewandowsky si strattonano lievemente ma l’arbitro inventa un fallo del difensore argentino e decreta un rigore per i tedeschi. Reus non sbaglia e porta in vantaggio gli uomini di Klopp. Il Napoli, innervosito e stordito, sbanda e rischia di prendere il secondo gol pochi minuti dopo ma Lewandowsky sbaglia tutto solo davanti a Reina. Col passare dei minuti la squadra di Benitez prende confidenza con il terreno e inizia a macinare un buon calcio. Al 29’ occasione ghiotta per il Napoli: Callejon entra in area sulla destra supera il difensore avversario e tira un diagonale che sbatte sul palo. Questa volta è il Dortmund a sbandare; pochi minuti dopo è Pandev ad avere un occasione d’oro ma sciupa malamente cercando l’appoggio anziché la conclusione. Nel secondo tempo il tema della partita non cambia. È sempre il Napoli a fare la partita, ma concede troppi spazi ai veloci attaccanti tedeschi. Occasione colossale per Mkhitaryan che davanti al portiere calcia in malo modo permettendo il recupero di Albiol prima che la palla rotoli in rete. Passano pochissimi minuti e questa volta è Higuain ad avere il pallone del pareggio ma tutto solo davanti al portiere spreca tutto calciando addosso a Weidefeller. Proprio sulla ripartenza il Napoli subisce il raddoppio in contropiede: Blaszczykowski infila Reina sotto le gambe e fa esplodere lo stadio. Partita finita? Macchè! I cambi danno vitalità al Napoli con gli innesti di Inler e Insigne. Proprio lo scugnizzo napoletano scambia con Higuain e trafigge il Borussia con un diagonale chirurgico:2-1!. Il Napoli è di nuovo nel match. Prova a impostare e a velocizzare ancora di più il gioco ma un errore di Armero fa scattare un nuovo contropiede e il nuovo entrato Aubameyang sigla il terzo gol che chiude definitivamente il match. Ora il discorso qualificazione è molto arduo e complesso. Il Napoli, nell’ultima giornata, deve battere l’Arsenal con tre gol di scarto per assicurarsi il passaggio del turno in caso di contemporanea vittoria del Dortmund a Marsiglia. Nel caso il Borussia non dovesse vincere in Francia, agli azzurri basterà vincere anche con un solo gol di scarto. Inoltre in caso di sconfitta dei tedeschi, agli uomini di Benitez basterà anche un pareggio. Insomma l’11 Dicembre sarà la notte decisiva, la notte di un possibile miracolo calcistico.

Il Tabellino

Borussia Dortmund-Napoli 3-1

Marcatori:8’Reus, 59’ Blaszczykowski, 71’Insigne, 78’ Aubameyang

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weidenfeller; Grosskreutz, Sokratis, Kehl, Durm; Bender, Sahin; Blaszczykowski (69′ Aubameyang), Mkhitaryan, Reus (81′ Piszczek); Lewandowski (89′ Schieber). A disposizione:Langerak, Gunter, Kirch, Hoffmann. All. Klopp.

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Dzemaili (63′ Inler), Behrami; Callejón (66′ Insigne), Pandev (76′ Zapata), Mertens; Higuain. A disposizione: Rafael, Cannavaro, Britos, Radosevic. All. Benitez.

Luigi Iervolino