CONDIVIDI

32518-higuain-autore-di-un-goal-contro-il-borussia-dortmund

Una serata storta al San Paolo ha allontanato gli azzurri dalla testa della classifica, che ora è occupata dalla Juventus di Antonio Conte, che, grazie al successo per due a zero ai danni del Livorno, ha scavalcato la Roma in testa alla classifica e guida da sola la classifica a  un punto dai giallorossi.  La squadra di Garcia, ieri sera cointro il Cagliari ha rimediato l’nnesimo pareggio, il terzo di fila, dopo il lungo filone di vittorie consecutive, e resta comunque imbattuta, ma al di sotto dei bianconeri, che ora guardano tutti dall’alto.

Al Napoli, distaccato di sei punti dalla Juve, è costata cara la serata di sabato, rovinata da un diagonale di Antonio Cassano che ha ammutolito il San Paolo costringendo la squadra di Benitez alla prima sconfitta casalinga della stagione. Gli azzurri contro i ducali non hanno brillato, e non sono riusciti a domare la squadra dell’ex Donadoni. L’unico a creare pericoli a Mirante, autore di pregevoli interventi, è stato El Pipita Higuain, che in almeno due occasioni, ha provato a sorprendere il portiere del Parma, che si è fatto trovare pronto rispondendo c Gli azzurri hanno già messo da parte la sconfitta, anche perchè questa sera, a Dortmund, sono chiamati nell’impresa di chiudere il girone Champions, mettendo in tasca, con una giornata di anticipo, la qualificazione al turno successivo.

Alla squadra di Benitez basterebbe anche un solo punto per chiudere il discorso qualificazione, ma contro la squadra di Klopp, dimezzata a causa di infortuni non sarà impresa facile. Gli azzurri si presentano a Dortmund senza Marek, Hamsik, che , dopo la botta rimediata contro il Parma non è stato nemmeno convocato da Rafa Benitez.   Il tecnico spagnolo non si sbilancia e mantiene la calma: ” “Se loro hanno delle assenze, io guardo a quelle che abbiamo noi. Siamo senza Hamsik, Zuniga e Mesto. Ci dovremo occupare più di noi che pensare agli avversari sotto questo profilo”.

A poche ore dall’inizio del match, si ipotizza quella che è la formazione che scenderà in campo al Westfalen Stadion, ma la formazione sarà svelata solo all’ultimo da Rafa Benitez.

Il Napoli ha l’occasione di attenuare le ferite della sconfitta subita in campionato con il Parma e di regalare una gioia ai tifosi azzurri che sognano il passaggio del turno, in maniera tale da concentrarsi sul campionato per recuperare il terreno perso dalla Juventus che ora dista 6 punti in classifica. Agli azzurri basterebbe un solo punto, e visto come sono andate le cose all’andata, e visti gli uomini a disposizione, l’impresa potrebbe essere a portata degli azzurri. Con l’assenza di Hamsik, probabile spazio per Goran Pandev, o per Lorenzo Insigne, che proprio all’andata realizzò una fantastica punizione che fece esplodere di gioia il San Paolo regalando il successo agli azzurri. In attacco, terminale offensivo El Pipita Higuain, che dopo il gol realizzato all’andata proverà a caricarsi la squadra sulle spalle per l’assalto ai  tedeschi di Klopp.

Sarà di certo fondamentale l’approccio alla gara e soprattutto sarà importante non pensare a quel punticino che manca, pensando soltanto a fare la partita in tranquillità, facendo attenzione a contenere una squadra ben organizzata e messa in campo da Klopp, che, dopo la sconfitta subita all’andata e la batosta rimediata in Bundesliga, sabato scorso contro il Bayern Monaco, è chiamata a giocarsi una gara che vale l’ultima spiaggia, per la permanenza in Champions, anche alla luce dei risultati che arriveranno dalla sfida tra Arsenal e il fanalino di coda O. Marsiglia. Da tenere d’occhio la potenza e la velocità di  Lewandowsky e il talento di Reus, che insieme a Blaszczykowski e Mkhitaryn, supporteranno l’attacco giallonero. A sostenere gli azzurri un folto gruppo di tifosi azzurri già pronti a urlare al cielo il grido…”The Champiooooons!!!”

Roberto Sica