CONDIVIDI

11949662_10206069555032170_1837263128_n

 

Il Napoli impatta 2-2 contro la Sampdoria al San Paolo dopo aver dominato per un tempo intero. In due minuti i blucerchiati trovano i due gol con Eder.

Il Napoli parte con a Reina tra i pali, Maggio, Albiol, Koulibaly e Hysaj in difesa, a centrocampo Allan, Valdifiori e Hamsik, Insigne dietro le punte Higuain e Callejon.

Al primo affondo il Napoli passa come a Sassuolo: palla splendida di Insigne filtrante per Higuain che con un tocco sotto supera Viviano per il vantaggio azzurro. Due minuti dopo rischia di arrivare il colpo del KO ma il tiro di Insigne finisce sul palo. Al 22′ in bocca a lupo a Coda che esce tra le lacrime per un infortunio grave. Al 29′ ancora Napoli vicino al vantaggio sempre con Insigne ispiratissimo ma calcia di poco fuori. Al 39′ alla terza occasione il Napoli raddoppia: palla filtrante di Allan è ancora Higuain in diagonale che firma il 2-0 per il Napoli.

Nel secondo tempo il Napoli continua a un ritmo forsennato e sfiora il tris prima con Insigne e poi con Hamsik. Dal nulla la Sampdoria pareggia: Albiol atterra Fernando in area e per Gervasoni è calcio di rigore che Eder non sbaglia. Passa un minuto e la Samp pareggia: Eder dribbla prima Lopez, poi Albiol e infine Koulibaly, tiro a giro e 2-2 Sampdoria. Al 18′ Muriel tira in maniera violenta ma Reina con i pugni gli dice di no. Il Napoli prova a scuotersi dopo i due guanci e va a vicino al vantaggio con Higuain ma Palombo si immola sul tiro del Pipita. Al 35′ Reina salva tutto su un altro missile di Muriel. Il Napoli si spinge tutto in avanti provandola a vincere. Dopo 3 minuti di recupero Gervasoni fischia la fine del match. Dopo la sosta delle nazionali il Napoli ripartirà da Empoli.

Luigi Iervolino