CONDIVIDI

Hamsik

Fermo al nastro di partenza… il Napoli esce sconfitto dal Mapei Stadium di Sassuolo nella prima giornata di campionato. Azzurri battuti dalla squadra di Di Francesco che vince in rimonta e nel finale mette ko i partenopei con un gol di Sansone.
Eppure era iniziata benissimo: pronti via e Napoli in vantaggio con Il capitano Marek Hamsik dopo appena tre minuti. Primo affondo della squadra di Sarri e vantaggio firmato da Marekiaro che trova la deviazione sotto misura battendo Consigli per l’1-0, poi la gara ha preso una piega diversa…

Il Napoli , in campo con il 4-3-1-2 targato Sarri schiera Mertens e Higuain in attacco con Insigne trequartista. A centrocampo Hamsik Valdifiori e David Lopez. Allan in panchina. In difesa esordio per Chiriches e Hisaj. Completano il pacchetto difensivo Albiol e Maggio. Tra i pali la certezza Pepe Reina.

Il Sassuolo in attacco schiera il tridente con Berardi, Defrel e l’ex Floro Flores.

La squadra di Sarri parte bene e mette subito le cose sui binari giusti con il gol di Hamsik che segna e ruggisce sotto il settore dei tifosi azzurri.

Il vantaggio dura meno di mezz’ora. Il Sassuolo si organizza e dopo una serie di azioni pericolose salvate da Super Reina, i neroverdi trovano il pari con lo scugnizzo Floro Flores che si inerisce bene in mezzo alle maglie della stordita difesa azzurra silurando Reina con il gol dell’1-1. Nessuna esultanza per Floro Flores che regala il pari alla squadra di Di Francesco.

Termina così il primo tempo sul risultato di parità.

Nella ripresa tutti aspettano un Napoli arrembante pronto a riprendersi il vantaggio perso, ma Higuain è Insigne non girano e gli azzurro non trovano la via del gol.

A metà ripresa Sarri prova a cambiare richiamando in panchina l’attaccante argentino sostituito da Manolo Gabbiadini, poi avvicendamento di trequartisti: fuori Insigne e dentro El Kaddouri, ma la musica non cambia. A nulla serve anche il cambio nel finale con Callejon al posto di Mertens. Napoli quasi mai pericoloso e poco invisivo. Incide bene invece la squadra di Di Francesco che nel finale gela gli azzurri con il gol del neo entrato Sansone che sfrutta al meglio l’assist di Falcinelli e di testa beffa Reina siglando il 2-1 finale che mette ko il Napoli.

É la prima sconfitta per il Napoli di Sarri che cade all’esordio in campionato tra la delusione dei tifosi partenopei al Mapei Stadium.

“E’ solo l’inizio e c’è tanto tempo per rialzarsi.” Così scrive la società azzurra sul proprio sito ufficiale, e di sicuro ci saranno tempi e modi per cancellare quest’amara sconfitta al debutto, amarezza più leggera se si vedono anche le difficoltà delle altre grandi squadre alla prima giornata: Juve ko in casa con l’Udinese, Roma fermata dal Verona. Milan sconfitto dalla Fiorentina.

Si ricomincia domenica con la Sampdoria di Zenga che ha letteralmente travolto il Carpi vincendo 5-2 e volando in testa alla classifica con Chievo, Lazio, Fiorentina, Torino, Sassuolo, Udinese, Inter e Palermo. Un passo falso in partenza ch’egli azzurri sperano subito di cancellare… Magari già dalla prima al San Paolo…
Roberto Sica