CONDIVIDI

Il centrocampista azzurro in conferenza a Dimaro: ringrazio De Laurentiis, questa è la mia più grande occasione

DIMARO-CONFERENZAVALDIFIORE-FOTOCUOMO-4

“Sono orgoglioso di giocare nel Napoli”. Mirko Valdifiori si presenta ufficialmente nella sua primaconferenza stampa a Dimaro ed esprime la sua gioia per l’arrivo in azzurro.

“Sono carico e pronto. Napoli è la mia grande occasione dopo tanta gavetta. I miei nuovi compagni mi stanno aiutando nell’inserimento. Sono felice di essere in una Società che gioca sempre per vincere”.

“Ringrazio il Presidente De Laurentiis che mi ha voluto, mi ha accolto a braccia a perte e mi ha dato la possibilità di giocare in un grande Club. Mi ha scelto ancor prima che venisse Sarri e gliene sono grato. Adesso voglio ricambiare la stima e la fiducia in campo”

Conosci Sarri e sai cosa si aspetta da te: “Proprio perchè conosco benissimo il mister so quanto chieda il massimo da ogni calciatore e spetterà a me riuscire ad essere all’altezza. Dovrò dimostrare in campo e con il lavoro negli allenamenti di poter giocare in questa squadra. Sarri non regala niente a nessuno, è un allenatore molto esigente e vuole il cento per cento da ogni suo uomo. E’ una persona che dice sempre quello che pensa ed il gruppo lo rispetta anche per questo”.

Nel gioco di Sarri tu sei stato impiegato davanti alla difesa. Accadrà anche al Napoli? “Quella è la posizione che ritengo ideale per il mio modo di esprimermi in campo, ma è chiaro che c’è esigenza o possibilità di giocare in altri ruoli io sono disponibilissimo”.

Qual è il credo tattico dell’allenatore? “Il gioco di Sarri punta molto sull’aggressività e sul recupero del pallone per poter immediatamente avviare la nostra azione offensiva. Il suo modulo va capito alla perfezione e noi dovremo seguirlo con il massimo impegno”.

“Il mister è un perfezionista, cura anche i dettagli in maniera maniacale, d’altro canto si è visto l’anno scorso ad Empoli in una stagione straordinaria. Sarri parla molto con la squadra, anche con i singoli calciatori e ci aiuta a correggere eventuali errori”.

Potresti giocare al fianco di Hamsik, che effetto ti fa? “Per me è una grande soddisfazione oltre che gioia. E’ bellissimo poter giocare con un campione come lui”.

Nel tuo ruolo c’è anche Jorginho: “Lo conosco ed è bravissimo. L’ho seguito anche a Verona dove ha disputato bellissime stagioni. E’ importante avere più uomini a disposizione, giocheremo in un centrocampo a tre e tutti sono preziosi alla luce dei tanti impegni in stagione”.

Immagina la tua prima partita in azzurro al San Paolo: “E’ uno stadio che mette i brividi. Io ci ho giocato l’anno scorso con l’Empoli per la prima volta da avversario e mi è rimasto ancora nelle orecchie il boato al gol del pareggio di De Guzman. Sapere adesso che quegli stessi tifosi saranno dalla mia parte è una sensazione stupenda”.

 

Fonte SSC NAPOLI

FOTOCUOMO