CONDIVIDI

A Castelvolturno conferenza stampa di presentazione di Anthony Reveillére. Il neo acquisto del Napoli arrivato dopo l’esperienza con il Lione nel campionato francese. Un giocatore che Benitez conosce bene, per averlo allenato ai tempi del Valencia nel campionato spagnolo. Ecco quanto dichiarato dal neo difensore azzurro in conferenza stampa al centro sportivo di Castelvolturno:

“Sono molto contento, per me è un onore essere qui. Sono felice di poter giocare in un Club così importante ed in un gruppo molto forte. Napoli rispecchia le mie ambizioni. Volevo riprendere a giocare in una squadra competitiva perché sento di avere ancora molto da dare al calcio”.

Parma e Borussia Dortmund: ” Per me é un piacere ritornare in campo e giocare, io sono pronto e a totale disposizione del mister già da sabato. Saranno loro a decidere. Per la Champions sono convinto che il Napoli possa vincere e fare bene, purtroppo non posso partecipare a queste due partite, ma spero di poter scendere in campo nel prossimo turno.”

La posizione in campo: ” Io preferisco giocare a destra, ma sono a totale disposizione del mister per giocare a destra e sinistra senza problemi. Amo il contrattacco. Sono queste le caratteristiche di ogni terzino.”

Sogno nazionale: ” Devo sottolineare che sono felicissimo di aver firmato il contratto fino a giugno. Ci aspettiamo molto dal Napoli, in campionato e nelle coppe, poi in funzione di come andrà con il Napoli potrei pensare di prolungare e pensare anche al Mondiale. É una bella sfida e mi piacciono le sfide e mi sto impegnando al massimo. Sto facendo di tutto per tornare in campo.”

Benitez e calcio italiano: ” E’ vero che ho ritrovato il mister solo la settimana scorsa, lo conosco, ci ho lavorato per breve tempo a Valencia. É la seconda volta che lavoro con lui. Ama il bel calcio ed è un piacere lavorare con lui. Non conosco ancora la serie A conosco la Liga spagnola e Ligue 1 per me é difficile ora fare un paragone, in Spagna si gioca per vincere, in Francia si gioca per costruire il risultato. Quello italiano non lo conosco. “

Richiesto da Benitez: ” Ha inciso molto il fatto di essere stato voluto dal mister ed é stato facile dire subito si. “

Prime impressioni sulla città: “Quando sono arrivato qui mi sono subito reso conto di essere arrivato in una città di calcio, che vive di calcio ogni giorno, e me ne sto rendendo conto ogni giorno. Quando vedo i tifosi che sono al 200% a sostegno della squadra! Mi rendo conto di dove sono capitato.”

I motivi per scegliere Napoli: “Il mister mi conosceva già, ero svincolato ed essendo un difensore, io ero la figura che ora serviva , e poi visto che era il Napoli sono stato subito deciso a firmare il contratto. Ero svincolato già a Novembre, avevo altre richieste, il contratto con il Lione non era stato rinnovato, le richieste non collimavano con le mie esigenze,ma quando sono stato contattato dal Napoli ho valutato che é una grande squadra, gioca ai vertici del campionato e ha grandi ambizioni. Sulla mia condizione non so dire ancora nulla, di certo posso dire che mi impegno al massimo, mi alleno per fare bene e spero di arrivare al 100%.”

La scelta del numero: ” mi hanno parlato del numero di maglia che ho scelto e so bene che é una maglia importante per il Napoli.”

ROBERTO SICA