CONDIVIDI

image

Niente finale! Il Napoli esce sconfitto per 1-0 contro la Lazio e dice addio alla finale di Coppa Italia.
Poteva essere l’occasione del riscatto, in una sola sera, il Napoli scende in campo al San Paolo nel ritorno di semifinale di Coppa Italia contro la Lazio per conquistare l’accesso alla finale. A un mese circa dalla gara di andata all’Olimpico, nella quale gli azzurri pareggiarono 1-1 grazie alla rete di Gabbiadini, ben imbeccato da Higuain che azzeró il vantaggio firmato da Klose. il Napoli parte dall’1-1, con un solo obiettivo: la Finale contro la Juventus.
I bianconeri ieri sera hanno strapazzato la Fiorentina nel ritorno di tim Cup cancellando il 2-1 in favore dei viola nella gara di andata, e questa sera , in una gara il Napoli aveva l’occasione per conquistare in un solo colpo la Finale di coppa Italia, l’accesso all’Europa League e la finale di Supercoppa italia contro i bianconeri. Missione Fallita! passa la Lazio di Pioli!
La partita:
Un solo risultato per gli azzurri di Benitez, o forse due, oltre allo 0-0 il Napoli é obbligato a battere i biancocelesti di Pioli cancellando di fatto, l’amarezza della recente sconfitta in campionato contro la Roma che ha spinto gli azzurri al sesto posto, fuori dall’Europa.
Benitez sceglie ancora la coppia Britos-Albiol in difesa, con Inler e Gargano a centrocampo e il tridente d’attacco con Gabbiadini-Hamsik e Mertens alle spalle di Higuain. Lazio con Marchetti e Mauri in panchina, in attacco Pioli si affida Klose, Felipe Anderson e Candreva.
Sugli spalti c’è il pienone. Almeno 50mila tifosi azzurri per spingere il Napoli in finale!
Gara vivace in avvio. Primi 15 minuti di studio, la Lazio prova a innescare Candreva e Felipe Anderson, ma la difesa azzurra parte bene. Il Napoli cerca gli inserimenti di Mertens a sinistra ma il risultato è sta sullo 0-0.
Al 19′ Primo brivido della gara con un rasoterra di Candreva che esce fuori di pochissimo.
Al 28′ buona risposta del Napoli con una punizione ben calciata da Gabbiadini. Palla a giro rasoterra che impatta sul palo.
La Lazio cerca la reazione e palla a terra prova a sfondare centralmente, ne fa le spese Albiol che dopo una chiusura in ritardo commette fallo e viene ammonito. Salterà la finale.
Al 37′ si rivede il Napoli: Hamsik cerca Gabbiadini, colpo di testa,mai poco a lato.
Il primo tempo finisce sullo 0-0, risultato che sta bene  agli azzurri in virtù dell1-1 dell’andata, ma il San Paolo si aspetta il gol che mette a sicuro la qualificazione.
In avvio di ripresa buona partenza del Napoli, gli azzurri cercano subito il gol e ci vanno vicinissimi con Higuain che su cross dalla destra sfiora il tocco da pochi passi.
Al 59′ Napoli ancora vicino al gol, buona ripartenza di Hamsik, taglio per Gabbiadinine suggerimento centrale per Higuain che si fa riprendere dalla difesa biancoceleste è da pochi passi non trova il tiro.
Benitez prova a dare una scossa e cambia due pedine: in campo prima De Guzman al posto di Mertens, poi Callejon per Gabbiadini.
La scossa la trova la Lazio che al 75′ trova la prima grande occasione della gara: Cross dalla destra di Felipe Anderson e colpo di testa a botta sicura di Lulic, ma Andujar copre bene il palo e salva la porta azzurra.
Passa o due minuti e non tarda la risposta del Napoli: Hamsik si sveglia e con uno straordinario tiro a volo prova a sorprender Berisha. Pallone fuori di pochissimo.
Al 78′ però é la Lazio a trovare il vantaggio. Biancocelesti ancora pericolosi dalla destra, cross teso , ancora di Felipe Anderson, ma questa volta Lulic da due passi non sbaglia e beffa Andujar per l’1-0.
Il Napoli prova subito a reagire ma Higuain da pochi passi fallisce il pareggio calciando malamente a lato.
Higuain non punge e nel finale il Napoli si affida a Insigne. lorenzo entra determinato e in pochi minuti da l’anima e va vicinissimo al gol dopo una grande azione salvata sulla linea. Avrebbe meritato il gol. Finisce così: la Lazio passa 1-0 al San Paolo e conquista la finale di Coppa Italia contro la Juventus. Grande amarezza in casa Napoli: due sconfitti in pochi giorni contro le due romane che mandano in frantumi la stagione. Resta l’Europa League, unico scoglio di salvezza, ma la strada é in salita. Intanto domenica arriva la Fiorentina al San Paolo…
Roberto Sica