CONDIVIDI

PRO RECCO-ACQUACHIARA 15-11 (3-0; 4-3; 4-6; 4-2))

Pro Recco: Tempesti, Pijetlovic 1, Prlainovic 2, Figlioli 1, Giorgetti 2 (1 rig.), Felugo 2, Giacoppo 1, Di Fulvio F., Barattini 1, Fondelli A. 1, Aicardi 2, Gitto N. 2, Pastorino G.. All. Milanovic.

Carpisa Yamamay Acquachiara: Caprani, Perez, Rossi, Marziali 2, Scotti Galletta 2, Petkovic A. 2 (1 rig.), Lanzoni 1, Ferrone 1, Luongo S. 3 (1 rig.), Valentino, Astarita, Gitto M., Lamoglia. All. De Crescenzo P.

Arbitri: Ercoli e Riccitelli.

Superiorità numeriche: Recco 3/7 + 1 rigore, Acquachiara 4/14 + 2 rigori

Note: primo gol in carriera in A1 per Barattini (P).

LOGO ACQUACHIARA (1)

SORI – La testa è alla finale di Euro Cup. Tutto lo staff della Carpisa Yamamay Acquachiara in questi giorni è impegnato nell’organizzazione di gara 2 in programma l’11 aprile. Anche i tifosi si stanno muovendo con un certo anticipo per l’acquisto dei biglietti, che adesso sono in vendita anche presso le piscine del Frullone e della Mostra d’Oltremare, oltre che presso le numerose rivendite Ticketonline cittadine.

E’ passato in secondo ordine, dunque, nell’interesse generale l’anticipo della penultima giornata di A1 di Sori. Anche perchè l’avversaria (la Pro Recco campione d’Italia) non era alla portata dei biancazzurri, per giunta privi dello squalificato Paskvalin. La differenza di valori in acqua emerge però solo nella prima frazione di gioco, chiusa dai biancocelesti di Milanovic con tre reti di vantaggio (3-0) grazie alle segnature di Prlainovic, Giacoppo e Aicardi.

Petkovic sta lottando con lo stesso Prlainovic, ma soprattutto con il giallorosso Brguljan, per il titolo di capocannoniere della regular season. Il croato dell’Acquachiara si fa vivo la prima volta trasformando un tiro di rigore in apertura di seconda frazione (3-1), poi fa il bis con un tiro dei suoi (6-2). Di Marziali la terza ed ultima segnatura biancazzurra prima del cambio campo, che avviene con la Pro Recco in vantaggio 7-3. Dignitosa, finora, la prestazione della Carpisa Yamamay.

Nella terza frazione diventa dignitosissima nonostante la percentuale non eccelsa con l’uomo in più. Marziali va nuovamente a bersaglio per il -3, che viene ribadito da una conclusione vincente di Ferrone (8-5). Poi l’Acquachiara arriva anche a -2 (9-7) grazie a Scotti Galletta e Luongo. Un distacco che rimane inalterato al termine della frazione (11-9) e anche a metà del quarto tempo (13-11) quando Scotti Galletta segna il suo secondo gol personale. Poi, nel finale, la squadra di Milanovic torna definitivamente a +4 con Giorgetti e Gitto.

“L’importante – dice a fine gara Paolo De Crescenzo – non era tanto il risultato, considerata la superiorità della Pro Recco, ma la qualità della prestazione. E, sotto questo aspetto, sono abbastanza soddisfatto perchè – dopo un primo break iniziale di 5-1 – la squadra si è ripresa molto bene facendo vedere belle cose anche sul piano del gioco”.