CONDIVIDI

Trabzonspor – Napoli 0 – 4 (fonte ANSA)

Missione compiuta! Il Napoli pareggia 0-0 a Mosca e raggiunge i quarti di finale di Europa League. Gara con poche emozioni contro la Dinamo che non riesce a ribaltare il risultato del San Paolo targato Higuain.

A pochi giorni dalla brutta figura in campionato contro il Verona il Napoli si presenta a Mosca con Higuain in attacco a guidare gli azzurri, alle sue spalle il trio composto da Callejon, Gabbiadini e Mertens, a centrocampo Lopez e Jorginho e in difesa Ghoulam e Maggio sugli esterni e Britos e Albiol centrali. tra i pali conferma per Andujar.
Napoli subito d’assalto in partenza, e dopo un buon tentativo di Maggio che sugli sviluppi di un calcio d’angolo non trova la deviazione, all’11’ Mertens con un bel tiro a giro fa tremare la porta dei russi colpendo in pieno la traversa.
Al 14′ Napoli ancora vicino al vantaggio, ed è ancora più clamorosa l’occasione per gli azzurri: Jorginho pesca bene Callejon che scatta sul filo del fuorigioco e a tu per tu con il portiere Angola troppo il pallone che colpisce la base del palo ed esce a lato di pochissimo.
Al 16′ pero si vede la squadra di casa che va a segno con un colpo di testa di Samba ma L’arbitro annulla per fuorigioco. Passano 4 minuti è il direttore di gara annulla ancora una rete alla Dinamo, questa volta in fuorigioco c’è Kokorin e il risultato resta fermo ancora sullo 0-0.
Il Napoli gestisce il risultato è il primo tempo finisce in parità.
Nella ripresa la Dinamo prova a sbloccare la gara ma In difesa il Napoli concede poco e Britos e compagni fermano le offensive dei padroni di casa. la gara si infiamma al 57′ prima Higuain ha l’occasione di segnare il gol del vantaggio dopo una bella azione sulla  sinistra il Pipita mette a sedere il portiere e a porta vuota non riesce a trovare il gol, poi sull’azione successiva ottima  opportunità per Dzsudsak  con un rasoterra potente bloccato a terra da Andujar.
Al 63′ Benitez sostituisce Mertens con De Guzman e dopo qualche minuto manda in campo anche Hamsik al posto di Gabbiadini. Valbuena e Kuranyi non riescono a far male al Napoli, il tempo scorre e e la gara si mette sui binari giusti per il Napoli che vede la qualificazione.
Nel finale Benitez fa esordire anche Zuniga in campo al posto di Higuain. La gara scorre così lenta verso il 90. Finisce 0-0 e il Napoli conquista un prezioso pareggio che vale la qualificazione ai quarti di Europa League.
Obiettivo centrato per il Napoli che avanza in Europa e dopo 26 anni raggiunge i quarti di finale.Domani gli azzurri aspettano il sorteggio per scoprire quale sarà il prossimo avversario nei quarti per continuare a sognare in Europa.
Domenica intanto al San Paolo arriva l’Atalanta. Dopo aver centrato la qualificazione la squadra di Benitez dovrá rialzare la testa anche in campionato e cancellare presto la brutta figura di Verona.
Roberto Sica