CONDIVIDI

image

Un Napoli piccolo piccolo perde in malo modo al Bentegodi contro il Verona 2-0. Uomo partita Luca Toni che ha messo in netta difficoltà la difesa azzurra. Partita imbarazzante per tutti i giocatori del Napoli.

Al 5′ brivido per la difesa del Napoli: Gomez si infila nella difesa azzurra, Andujar prima di piede e poi con le mani riesce a fermare regolarmente Juanito Gomez. È il preavviso del vantaggio del Verona che arriva un minuto dopo con Toni che dribbla secco Britos, la palla arriva tra Mesto e Andujar che pasticciano con Toni che non perdona per il vantaggio del Verona. Il Verona domina in ogni settore del campo e rischia di raddoppiare al 15′ con tre tentativi consecutivi prima di Obbadi, poi Jankovic e infine Juanito Gomez. Al 32′ Sala passa ancora a destra mette in mezzo per Jankovic che manca l’impatto con il pallone. Il primo tiro del Napoli arriva al 35′ con Mertens che prova una conclusione a giro che termina tra le braccia di Benassi. Al 40′ bel cross dalla destra per il Napoli con un colpo di testa di Mertens che finisce sulla rete esterna. Al 41′ Napoli vicinissimo al pari con Zapata che viene fermato quasi sulla linea da Rodriguez sul tiro del colombiano a botta sicura.

Nel secondo tempo il Verona continua a dominare e al 6′ Toni raddoppia: discesa infinita di Halfredsson che supera tre avversari, mette al centro per Toni che in mezza girata batte Andujar per il raddoppio dei padroni di casa. Al 14′ esce un imbarazzante De Guzman per Callejon. Al 19′ miracolo di Benassi su un tiro da fuori area di Inler. Al 30′ il neo entrato Higuain sbuccia la palla al limite ben bloccata da Benassi. Al 35′ altro svarione difensivo con un inguardabile Andujar che lascia la porta sguarnita ma il contrasto sfavorisce Toni che evita la tripletta. Al 42′ palo clamoroso di Gabbiadini che da oltre 30 metri non è fortunato. Si accendono gli animi e il Verona rimane in 10 per l’espulsione di Sala.

Un Napoli indegno perde a Verona mettendo in pericolo il terzo posto che a questo punto una squadra del genere non merita nemmeno. Appuntamento Giovedì a Mosca contro la Dinamo per il passaggio ai quarti.

Luigi Iervolino