CONDIVIDI

Il tecnico azzurro: affrontiamo una squadra solida, ma vogliamo vincere. Albiol: possiamo arrivare lontano in Europa

rafas (1)

“Contro la Dinamo voglio concentrazione e convinzione, affrontiamo una squadra solida e di qualità, ma sono fiducioso sulla nostra forza”. Rafa Benitez è già nel pieno del pathos agonistico per il match di domani al San Paolo. Napoli che affonta la Dinamo Mosca agli ottavi di Europa League con l’incombenza del primo match in casa: può essere decisiva la prima sfida?

 

“Vogliamo vincere, questo è chiaro, dobbiamo mettere in campo la stessa intensità che ho visto in gran parte delle gare contro Lazio e Inter. Giocheremo contro un Club importante che in rosa ha attaccanti di valore internazionale quali Valbuena, Kuraniy e Kokorin ed è anche equilibrata indietro. Ma ho fiducia nella mia squadra, voglio che i ragazzi giochino con la mentalità di sempre per andare a cercare il successo”.

 

Come ha analizzato a freddo il pareggio con l’Inter? “Dopo la gara ero dispiacuto per il pari ma soddisfatto per come si è espressa lasquadra. potevamo vincere e anche stravincere, conto 8 occasioni nette per noi e per 70 minuti abbiamo giocato un gran calcio. L’Inter ha avuto le sue azioni nel finale ma non ha mai comandato il gioco e le statistiche parlano chiaro anche sul presidio che hanno avuto loro della nostra area”.

 

Si è parlato di qualche sostituzione da fare nel finale: “Ho messo De Guzman sulla sinistra ad aiutare Strinic, poi se mi dite che dovevo mettere un altro difensore per voncere la partita, allora non è ben chiaro ancora che cosa stiamo facendo qui e che tipo di mentalità vogliamo creare. Io devo pensare alla squadra non in una singola partita ma in chiave stagionale. Abbiamo una idea di gioco e questa ci sta portando a dipsutare partite di alto livello, abbiamo vinto due titoli e siamo in competizione su tutti i fronti sinora. I tifosi mi fermano per strada e mi dicono: “mister resti con noi, non abbiamo mai visto giocare così bene il Napoli”. Credo che la strada è quella giusta”.

 

Ed ai tifosi lei cosa risponde? “Che sono soddisfatto della crescita, che possiamo ancora vincere e che del mio futuro parlerò ad aprile”.

 

Benitez ha vinto in Europa più volte, qual è la ricetta per vincere anche col Napoli? “Io dico che dobbiamo andare avanti spalla a spalla. Non possiamo fare una proiezione su ciò che accadrà a lungo termine, ma possiamo certamente dare il massimo domani e cercare di vincere. Io vorrei vincere ogni partita, sia in Italia che in Europa. Però ciò che posso prevedere ora è che domani possiamo disputare una partita intensa e cercare il massimo risultato. Poi vedremo. Ma il mio futuro è domani…”.

 

 

 

Anche Raul Albiol guarda solo al match di domani con grande concentrazione: “Siamo sinceri e diciamo chiaramente che domani dobbiamo e vogliamo vincere per cercare la qualificazione. Giocare in casa la prima è importante ma comunque non determinante. Vogliamo dare il massimo per poter poi andare in Russia con maggiore sicurezza e fiducia, questo è l’obiettivo”.

 

Napoli che in Europa non prende gol da cinque sfide: “E vogliamo proseguire così, soprattutto domani che giocehermo al San Paolo con la spinta dei nostri tifosi. La squadra sta bene, abbiamo forza e tanta fiducia per poter arrivare lontano, domani può essere il primo passo verso il percorso in Europa League”.

 

Siete delusi dal pareggio di domenica con l’Inter? “Più che delusi siamo arrabbiati, perchè abbiamo avuto il controllo della partita quasi sempre. Ma dobbaimo partire da ciò che abbiamo fatto di buono per oltre un’ora. Se giochiamo con quella determinazione e quella qualità possiamo vincere”.

 

“Abbiamo tre mesi davanti per giocarci tutto. Questa è la fase più importante della stagione ma noi siamo pronti e fiduciosi. Il gruppo è quasi al completo e vogliamo arrivare al top per centrare un altro traguardo”.

 

Fonte SSCNAPOLI