CONDIVIDI

Soccer: Serie A; Torino-Napoli

Occasione mancata! Come al solito… Il Napoli crolla sul più bello. Niente aggancio alla Roma, niente secondo posto, almeno per ora! Il Napoli perde a Torino e resta al terzo posto a tre punti dalla Roma che questa sera attende la Juventus all’Olimpico.

Grazie a un gol di Glik i granata stendono il Napoli e festeggiano una settimana fantastica che ha regalato l’accesso agli Ottavi di Europa League bnattendo l’Atletich Bilbao al San Mamès, li dove erano gli azzurri hanno lasciato le speranze Champions ai preliminari.

Occasione mancata, purtroppo. Dopo una lunga cavalcata il Napoli si ferma ancora. L’episodio di Palermo, brutta sconfitta con un pesante 3-0, era stato ridimensionato dai successi in Europa League e dalla vittoria interna contro il Sassuolo. Per gli azzurri ecco un nuovo stop che frena la corsa al secondo posto facendo rifiatare la Roma, che nel caso dovesse uscire sconfitta dal confronto con i bianconeri, riuscirebbe a mantenere ancora il margine di tre punti sugli azzurri. Intanto avanzano Lazio e Fiorentina. I biancocelesti sono ora a due lunghezze dal Napoli, mentre la squadra di Montella, che ha battuto l’Inter, dista ora tre punti dal Napoli.

Una sconfitta forse meritata per l’approccio alla gara, per l’atteggiamento in campo, per le occasioni create, troppo poche contro un Torino arrembante e vivo in campo e sempre deciso su ogni pallone, e in più aggressivo e determinato in fase difensiva. Di certo ha influito il momento positivo della squadra di Ventura che sta attraversando un buon momento di forma e di rendimento, un trend positivo che passa anche dallo stato di forma di alcuni giocatori granata che riescono a fare la differenza in campo.

Primo tempo di “scarso livello” ed errori nel secondo tempo, così Benitez nel dopogara. “Questo Napoli non mi è piaciuto. Sono arrabbiato e per questo parlo poco. Poche spiegazioni da parte del tecnico spagnolo. Nel primo tempo non mi è piaciuto niente. Nel secondo tempo non mi sono piaciute tante cose. Benitez risponde secco, arrabbiato, poche frasi, secche. Il Tecnico non ha voglia di parlare e dribbla le domande in conferenza stampa e con le tv, quasi le evita.

Stop a Torino, tanta rabbia e allora si riflette sulla sconfitta ma si guarda avanti, si guarda alla sfida di Coppa Italia contro la Lazio per continuare la corsa in coppa Italia e si guarda all’Inter che tra meno di una settimana arriverà al San Paolo.

per la coppa Italia gli azzurri avranno due sfide a disposizione. Mercoledi all’Olimpico la gara di andata contro i biancocelesti di Pioli che in campionato distano solo due punti. Domenica, invece, per il campionato al San Paolo arriva l’Inter di Mancini.

Ieri i nerazzurri hanno lasciato i tre punti alla Fiorentina e al San Paolo ci vorrà il miglior Napoli per riprendere la corsa e puntare ancora in alto, cercando la continuità giusta e la determinazione giusta che manca a questa squadra che viene meno sempre nei momenti decisivi e soprattutto non riesce, come espresso da Benitez qualche tempo fa, a trovare la maturità giusta per abituarsi a vincere.

 

Roberto Sica