CONDIVIDI

Fortemente penalizzata dalle decisioni del GUG, dopo la scorsa partita interna, la squadra di patron De Rosa è pronta a tornare in vasca

Tgroup foto 1

Dopo l’immeritata sconfitta interna subita la scorsa settimana ad opera dell’Ortigia, la Tgroup Arechi si ritrova a fare i conti con le pesanti decisioni del GUG, scaturite a seguito della gara casalinga con i siciliani. Particolarmente eccessiva pare la squalifica per quattro giornate al tecnico Matteo Citro, a cui si aggiungono i due turni di stop per l’atleta Luigi Buonocore e per il dirigente accompagnatore Michele Baviera e la squalifica del campo in occasione della prossima gara casalinga. La società scudocrociata ha accettato, senza polemizzare, le interpretazioni arbitrali e le conseguenti decisioni prese a gara in corso dai direttori di gara Bianchi e Piccoli e preferisce non entrare nel merito dei singoli episodi accaduti in vasca durante la partita. Per quanto riguarda, però, le varie motivazioni che hanno portato a punizioni, forse eccessive, nei confronti di alcuni tesserati, la Tgroup Arechi precisa degli aspetti. Il tecnico non ha lasciato immediatamente il bordo vasca, al momento dell’espulsione perché c’è stata un’errata interpretazione della decisione arbitrale: pochi istanti prima, infatti, era stato agitato il cartellino rosso, per brutalità, a Luigi Buonocore, per cui nessuno aveva compreso che l’allenatore fosse stato allontanato. Nel momento in cui la decisione è stata chiarita, poi, il tecnico ha lasciato la panchina. La società inoltre chiarisce che, una volta raggiunti gli spalti, l’allenatore non ha “aizzato” il pubblico che si è espresso liberamente. Infine, la Tgroup Arechi sottolinea che il dirigente Michele Baviera non ha pronunciato alcuna “bestemmia”, protestando con l’arbitro, così come riportato nel referto. La società, in ogni caso, sta valutando la possibilità di presentare ricorso per ridurre le giornate di squalifica dell’allenatore Matteo Citro. I dirigenti scudocrociati sono all’opera, di concerto con la Federazione e con la società della Telimar Palermo, per ufficializzare al più presto la sede della partita della terza giornata di ritorno, che non potrà disputarsi alla “Vitale” per via della squalifica. La società scudocrociata ricorda che, per chi fosse interessato a rivedere le immagini della partita ed avere riscontri degli episodi a cui si fa riferimento, è possibile consultare il sito della tv esclusivista della Tgroup, LIRATV, dove la partita è ancora disponibile in streaming al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=hXMLsdc2bE4. Domani, intanto, per la tredicesima di campionato in A2, la Tgroup Arechi, affidata per l’occasione all’allenatore in seconda, Walter Fasano, sarà di scena alle ore 17 in Sicilia contro l’Item Nuoto Catania. Dirigeranno l’incontro gli arbitri Boccia e Luciani.

[youtube url=”www.youtube.com/watch?v=hXMLsdc2bE4″ width=”560″ height=”315″]

Ufficio stampa

Tgroup Arechi