CONDIVIDI

Napoli e Sassuolo si affrontano al San Paolo nel posticipo pomeridiano della 24esima giornata. Dopo la straripante vittoria in Europa League, Rafa Benitez si affida alla spinta di cinquantamila tifosi per battere la squadra emiliana. Il tecnico spagnolo si affida ad Andujar a porta al posto di Rafael. Squalificato Higuain, il peso dell’attacco sarà sulle spalle di Zapata, supportato da Callejon, Hamsik e Gabbiadini. Nel Sassuolo, Floro Flores preferito a Sansone in appoggio a Berardi e Zaza. Le due formazioni si studiano nei primi minuti, il Napoli cerca il varco giusto per colpire iniziando ad attaccare sulle fasce, fatica il Sassuolo quando gli azzurri arrivano al cross. Al 20′ prima occasione per i partenopei: Hamsik si inserisce in area, il destro viene respinto male da Consigli ma Maggio è in fuorigioco e l’azione sfuma. Di Francesco è costretto ad operare due cambi in meno di mezz’ora visti gli infortuni prima di Antei e poi di Cannavaro. Il Sassuolo, nonostante le defezioni, tiene il controllo del pallone e porta il Napoli tutto nella propria metà campo con grande personalità. Al 30′ grande chance per gli emiliani con Berardi, che supera Koulibaly e prova il tiro a giro che però termina di poco fuori. Sassuolo che prende sempre più coraggio e tiene altissima la linea difensiva, il Napoli è impreciso nell’ultimo passaggio, ma nella chiusura di primo tempo ha diverse occasioni per sbloccare il match. Gabbiadini mette un pallone velenoso in area di rigore e dopo una respinta corta Hamsik a botta sicura trova un deviazione decisiva in angolo. Dopo due minuti lo slovacco lancia Ghoulam, che dal fondo trova Callejon sul secondo palo, ma il tiro di prima intenzione dello spagnolo termina alto.

zapata

Ad inizio ripresa subito una grande occasione per gli azzurri: Maggio con un grande cross trova Zapata sul secondo palo, il colpo di testa sul palo lontano termina però di pochissimo a lato. Il Sassuolo non ci sta e reagisce pochi minuti dopo con Berardi, che ci riprova a giro ma il pallone termina fuori di poco. Il Napoli passa in vantaggio al 61′ con Zapata: ripartenza di Hamsik che lancia il colombiano che in un primo momento viene fermato, ma col fisico riconquista il pallone e poi batte Consigli con una zampata. Pochi minuti dopo è ancora il colombiano a suggerire per Hamsik, che un pò defilato all’altezza dell’area piccola, batte Consigli per il 2-0. Al 71′ il Napoli resta in dieci: Mertens, entrato da pochi minuti, entra da dietro su Missiroli, rimediando il rosso diretto. Prende coraggio allora il Sassuolo, che ci prova con un tiro da fuori area di Magnanelli, sul quale Andujar compie un miracolo e mette il pallone in corner. Il Napoli gestisce abbastanza bene l’inferiorità numerica tenendo bene il pallone e trovando spazio in attacco con Callejon, che lanciato in profondità, tenta il diagonale ed il pallone sfiora il palo.
Termina così il match. Il Napoli supera meritatamente il Sassuolo per 2-0 e si porta a -3 dalla Roma che domenica riceverà la Juventus. Decidono le reti di Duvan e Hamsik.

Francesco Carbone