CONDIVIDI

gabbiadini

Terza vittoria consecutiva per il Napoli e Roma più vicina. Allo stadio di Verona il Napoli batte 2-1  il Chievo grazie ad un super Gabbiadini e riduce le distanze dalla Roma, fermata ieri sul pari dall’Empoli. A Verona gli azzurri centrano un successo importantissimo e approfittano del pari della Roma e delle sconfitte di Lazio e Sampdoria per allungare in classifica. Decisiva la prima rete in maglia azzurra di Manolo Gabbiadini.

Gli azzurri cercano l’assalto al secondo posto e al Bentegodi si presentano con una formazione che presenta tante novità a partire dalla difesa. Con l’assenza di Koulibaly, coppia centrale Composta da Britos e Albiol con Maggio e il confermatissimo Strinic.  A centrocampo Jorginho e David Lopez, in attacco, alle spalle di Higuain linea a tre inedita con Gabbiadini, De Guzman e Mertens, con Hamsik e Callejon in panchina. Il Chievo, che al San Paolo conquisto i trentini, in attacco schiera Paloschi con Pellissier.

Al 7′ Chievo vicino al vantaggio sugli sviluppi di un corner Paloschi manca la deviazione sotto misura per un soffio.
Il Napoli si organizza e prova l’affondo, e al 18′ gli azzurri trovano il vantaggio con un’autogol sfortunato di Cesar. Splendido lancio di Higuain per Gabbiadini, l’ex giocatore della Sampdoria si inserisce bene e prova a sorprendere il portiere, ma sulla respinta il pallone carambola su Cesar e termina in rete per il vantaggio fortunoso del Napoli.
Napoli fortunato nell’occasione, ma dopo sei minuti, la sorte rende giustizia al Chievo e arriva il pareggio dei clivensi.Minuto 24′, cross dalla sinistra, uscita di Rafael con i pugni, pallone che rimbalza sul corpo di Britos e termina in rete per l’1-1.
Dopo il pareggio del Chievo il Napoli non riesce a trovare il nuovo vantaggio e addirittura la squadra di Benitez nel finale di primo tempo soffre gli attacchi dei gialloblù che però non riesco a trovare il gol. Finisce così 1-1 il primo tempo.
Buon ritmo nel primo tempo,ottimo inizio del Napoli e buona reazione del Chievo che nel finale ha attaccato il Napoli anche con una certa qualità.
Nella ripresa il Napoli va subito alla ricerca del vantaggio e al 6′ Gabbiadini cerca il gol con una splendida giocata: controlla il pallone, si gira bene e poi calcia trovando ls pronta respinta di Bizzarri.
Sul capovolgimento di fronte Rafael salva la porta dopo un’azione insistita è una mischia in area azzurra.
Gli azzurri però insistono e al 62′ trovano il nuovo vantaggio con una bella girata di Manolo Gabbiadini che riceve dalla destra, si gira bene e firma la sua prima rete in maglia azzurra portando in vantaggio il Napoli.
Nel finale Benitez concede spazio anche a Gargano, Callejon e Hamsik, e gli azzurri trovano solidità a centrocampo e cercano il tris mentre il Chievo passa al 4-2-4 per inseguire il pareggio negli ultimi minuti della gara.
A 43′ é il Napoli a sfiorare il gol del 3-1 con Higuain che su azione di rimessa del Napoli, cerca il diagonale trovando il salvataggio in extremis di Christiansen.
Al 47′ brividi per gli azzurri per un diagonale potente di Radovanovic respinto con i pugni da Rafael, che questa volta salva la porta del Napoli.
In extremis assist di Gargano per Hamsik che manca di un soffio la deviazione vincente. É l’ultima azione della gara. il Napoli batte 2-1 il Chievo e conquista la terza vittoria consecutiva grazie al primo gol in maglia azzurra di Manolo Gabbiadini. Ottimo successo dei partenopei che approfittano dei risultati delle altre squadre e si portano a -4 dalla Roma al secondo posto e a +5 dalla Lazio che crolla a Cesena.
Intanto fra tre giorni si torna in campo al San Paolo per proseguire il cammino in coppa Italia contro l’Inter, cercando di sfruttare il gran momento di forma degli azzurri.
Roberto Sica