CONDIVIDI
image
Esordio positivo in Coppa Italia per Il Napoli detentore della Coppa. Gli azzurri al San Paolo battono l’Udinese 7-6 dopo i calci di rigore, e dopo 120 minuti di gioco terminati sul 2-2.
Ampio turnover per gli azzurri. Benitez manda in campo Andujar tra i pali,difesa inedita con Henrique, Britos, Mesto e Strinic, a centrocampo al fianco di  Gargano c’è Jorginho, in attacco spazio a Duvan supportato da Mertens, Hamsik e Manolo Gabbiadini, all’esordio da titolare.
Udinese senza Di Natale, Stramaccioni manda in campo una squadra piena di tanti giovani.
Partita subito vivace si dai primi minuti.  Al 3′ subito calcio di rigore per il Napoli.  Duvan atterrato in area . Dal dischetto si presenta Mertens che calcia sulla traversa. Tiro centrale del Belga che c’entra in pieno il legno.
L’Udinese reagisce subito: Allan ruba palla a Strinic, tiro Cross rasoterra e pallone che esce fuori di un soffio.
Al 35′ lampo Napoli: Gargano si libera bene dal limite, prova il tiro pallone rimpallato che batte sul palo.
Nella ripresa parte subito forte l’Udinese: conclusione dal limite di Thereau e respinta con i pugni di Andujar che salva la porta.
Al 51′ buon inserimento centrale di Mertens, suggerimento sulla destra per Marek Hamsik che con un diagonale cerca il vantaggio trovando la respinta di Scuffet. Buona opportunità per il Napoli.
Al 58′ Udinese in vantaggio. Sull’offensiva dei partenopei l’Udinese conquista palla e innesca il contropiede finalizzato in rete da Thereau  che con un diagonale batte Andujar firmando l’1-0 per l’Udinese.
Al 63′ il Napoli guadagna un calcio di rigore. Duvan atterrato in area, guadagna il secondo calcio di rigore. Dal dischetto questa volta si presenta Jorginho che non lascia scampo a Scuffet e insacca in rete il gol del pari. 1-1 e partita riaperta .
Il Napoli sale in cattedra e da un’azione offensiva di Mertens sulla sinistra nasce il fallo di Vidmer che atterra l’attaccante del Napoli e guadagna il secondo cartellino giallo. Espulsione per il bianconero e Napoli in vantaggio di un uomo per l’ultima parte di gara.
Al 74′ il Napoli ci prova ancora con Marek Hamsik. lo slovacco parte dalla sinistra, si accentra e prova il diagonale, trovando la respinta fortunosa di Scuffet, con il pallone che passa sotto la pancia del portiere bianconero e poi esce di poco sul fondo.
Nel finale Benitez manda in campo Callejon al posto di Gabbiadini, ma a sfiorare il gol all’88’ é De Guzman ( in campo al posto di Gargano) con un tiro dal limite che esce di pochissimo a lato.
Al 90′ il risultato é di 0-0 e Napoli-Udinese si giocano il passaggio del turno ai supplementari.
Nel primo minuto supplementare Udinese subito vicinissima al gol: diagonale di Aguirre e salvataggio sulla linea di Mesto ad Andujar battuto.
un minuto dopo é ancora la squadra di Stramaccioni che sfiora il gol: miracoloso il salvataggio di Andujar che si distende per deviare in angolo il diagonale.
Al 100′ sussulto azzurro e vantaggio del Napoli: strepitoso il gol di Marek Hamsik che dalla sinistra supera due avversari e fa partire un siluro che si spegne all’incrocio dei pali dove Scuffet proprio non può arrivare.  bellissimo il gol dello slovacco che dopo due tentativi timbra il cartellino con un gol straordinario che vale il 2-1.
La partita sembra mettersi sui binari giusti per il Napoli, ma al 103′  arriva il pareggio dell’Udinese con Kone che con una grande girata sorprende Andujar firmando il 2-2.
Al 110′ Benitez si gioca la carta Higuain in campo al posto di Duvan, ma al 120′ il risultato resta sul 2-2 e si va ai rigori.
Ai rigori gli azzurri non sbagliano cinque centri su cinque. Andujar invece annulla il rigore di Allan, e alla fine tocca al Pipita segnare il rigore finale del 7-6 che regala il passaggio del turno al Napoli. Ai quarti di finale gli azzurri affronteranno l’Inter di Mancini.
Roberto Sica