CONDIVIDI
bob marassi
Si ferma a Milano l’imbattibilita del Napoli. gli azzurri, reduci da una lunga scia di risultati positivi, escono sconfitti per 2-0 dalla sfida di San Siro contro il Milan. Brutta partita per la squadra di Benitez. Poco attenta in difesa, inconsistente a centrocampo, e poco pericolosa in attacco, a parte qualche fiammata isolata.
A San Siro il Napoli sfida il Milan di Inzaghi.  Gli azzurri, dopo i risultati della giornata con le due squadre di Genova che hanno perso punti, cercano il colpaccio a San Siro per centrare il terzo posto solitario.
Contro i rossoneri, avversario  sempre difficile e insidioso, e in cerca di punti per rientrare in zona terzo posto, Benitez lascia in panchina Hamsik e propone De Guzman dal primo minuto. Al posto di Maggio c’é Mesto. A centrocampo al fianco di David Lopez c’é Jorginho

Al 6′ immediato vantaggio del Milan. Buon taglio di Bonaventura per Menez, il Francese si inserisce nella difesa azzurra, supera in velocità tre avversari e con un diagonale batte Rafael. 1-0 per i rossoneri.

Al 20′ agli sviluppi di una punizione il Napoli pareggia, higuain raccoglie in area e insacca, ma Koulibaly commette fallo su Diego Lopez e l’arbitro annulla.
Al 22′ il portiere del Milan é ancora protagonista con un doppio intervento, prima su David Lopez, e poi sulla seconda conclusione di Callejon.
Al 41′ opportunità per gli azzurri, Higuain penetra in area, dalla destra cerca il Cross basso trovando la deviazione di Mexes che per poco non beffa Diego Lopez. Il pallone esce di pochissimo a lato della porta rossonera. É l’ultimo brivido del primo tempo, che termina 1-0 in favore dei rossoneri.
Nella ripresa  bastano 7 minuti al Milan per trovare il raddoppio. L’ex Armero va via sulla sinistra, crossa al centro dove svetta Bonaventura, che tutto solo, indisturbato,  di testa schiaccia in rete il 2-0.
Difesa azzurra impreparata. Il centrocampista del Milan non ha nessuna difficoltà a depositare in rete il gol che vale il raddoppio per i rossoneri.
Benitez manda in campo anche Duvan Zapata per rinforzare l’attacco. Fuori Mertens e dentro il Colombiano, che dopo pochi secondi crea subito panico nella difesa rossonera che sfiora ancora l’autogol con De Jong.
Ancora una volta imbarazzante la difesa azzurra quando Menez, in serata di grazia, scivola via tra tre avversari ma poi calcia clamorosamente alto da buona posizione. Con facilità estrema il francese supera gli avversari e trova lo spazio per concludere a rete.
Benitez prova a cambiare e inserisce Duvan Zapata, che appena entrato creao panico nella difesa rossonera con Armero che rischia l’autorete.
Nel finale il Napoli ci prova ancora con Higuain che al 41′ con una botta dalla distanza prova a sorprendere Diego Lopez, ma il portiere rossonero respinge con i pugni.
Niente da fare per il Napoli. Squadra troppo rinunciataria e poco reattiva dopo i gol dei rossoneri. Una sconfitta pesante che fa precipitare il Napoli al settimo posto in classifica proprio in compagnia del Milan che aggancia i partenopei.
Il Napoli ritrova la sconfitta dopo una lunga serie positiva, ma la squadra di Benitez, che era reduce da tre pareggi consecutivi, nelle ultime quattro gare ha collezionato solo tre punti. Troppo poco per una squadra che vuole ambire al terzo posto. Giovedì appuntamento al San Paolo contro il Parma… Ma un pensiero va già alla finale di super coppa Italia contro la Juventus.
Roberto Sica