CONDIVIDI
Napoli-Empoli 2-2. Azzurri sotto di due reti, Duvan e De Guzman regalano il pari
image
Terzo pareggio consecutivo per il Napoli. al San Paolo gli azzurri rimontano il doppio vantaggio dell’Empoli e continuano la striscia di risultati utili consecutivi.

Dopo due pareggi consecutivi il Napoli torna in campo al San Paolo.  Benitez cambia la formazione scesa in campo a Genova con la Sampdoria.
Tra le novità torna in campo Mertens, al rientro dopo l’infortunio subito con la nazionale belga.In difesa coppia centrale formata da Albiol ed Henrique con Koulibaly in panchina. A centrocampo al fianco di David Lopez c’è Jorginho. In attacco turno di riposo per Il Pipita Higuain e spazio a Zapata dal primo minuto.
Il Napoli parte subito forte e prova ad impensierire l’Empoli di Sarri. Le azioni più insidiose arrivano dai piedi di Mertens che cerca subito di mettersi in evidenza mettendo subito in crisi i toscani sulla corsia di sinistra.
Al 15′ il belga sguscia tra due avversari e viene atterrato al limite dell’area. Lo stesso Mertens si incarica della punizione ma il tiro a giro finisce fuori.
Al 17′ Ghoulam raccoglie un cross dalla destra di Callejon e calcia sul primo palo ma Sepe si distende e devia in angolo
Al 18′ vantaggio dell’Empoli. Grande ripartenza e lancio di Maccarone per Verdi che senza disturbo entra in area e batte Rafael firmando il gol che vale l’1-0 in favore dei toscani.
6 minuti dopo l’Empoli sfiora addirittura il raddoppio. verdi lancia Maccarone che si invola tutto solo verso la porta di Rafael, ma Big Mac da pochi passi grazia Rafael calciando a lato.
Il Napoli prova a riaprire la gara sfiorando il pareggio con un colpo di testa di Duvan, ma gli azzurri concedono troppi spazi in difesa e al 31′ Tavano trova una prateria aperta e va in fuga , ma a tu per tu con Rafael calcia clamorosamente a lato provando un pallonetto morbido che esce a lato.
Al 33′ Hamsik ha sui piedi l’opportunità del pareggio con un tiro dal limite, ma lo slovacco opta per una traiettoria sul primo palo favorendo l’intervento a terra di Sepe che blocca il pallone salvando la porta toscana.
All’intervallo la squadra di Sarri va a riposo mantenendo il vantaggio. Il Napoli non riesce a trovare gli spazi per il pareggio concedendo troppi spazi ai toscani che  potevano addirittura chiudere il primo tempo con un risultato più rotondo.
Nel secondo tempo tutti si aspettano la reazione del Napoli, ma passano solo 7 minuti e arriva il clamoroso raddoppio dell’Empoli che raddoppia con Rugani che sugli sviluppi di un calcio d’angolo si inserisce in mezzo alla difesa azzurra e batte Rafael generando il malcontento del San Paolo che fischia la squadra azzurra.
La squadra di Benitez non gira e il tecnico spagnolo al 16 prova a cambiare le carte in tavola mandando in campo Higuain. Fuori Marek Hamsik, autore di una prestazione poco positiva, sottolineata dai fischi del San Paolo.
Il Napoli  che attacca con due punte , cerca di riorganizzarsi e dopo un errore di rinvio di Rafael che può spianare la strada della vittoria all’Empoli, gli azzurri al 22′ trovano il gol della speranza con Duvan Zapata che svetta in area e di testa insacca il gol dell’ 1-2 che apre la strada alla rimonta del Napoli.
Il gol galvanizza gli azzurri. Benitez inserisce De Guzman al posto di Mertens e dopo due minuti, la squadra di Benitez trova il pareggio con il neo entrato De Guzman, bravo ad inserirsi bene in area e a deviare in rete un Cross dalla destra di Maggio.
Partita riaperta dai partenopei in soli 4 minuti grazie ai cambi di Benitez che cambiano completamente faccia al Napoli.
Gli azzurri vanno vicini al vantaggio con Callejon ben lanciato da De Guzman, ma Sepe si oppone e salva la porta dell’Empoli.
L’ultimo acuto degli azzurri é di De Guzman che raccoglie un cross dalla destra e di piatto c’entra la porta, ma Sepe dice no. Si chiude così sul 2-2 terzo pareggio consecutivo per il Napoli che continua la striscia di risultati utili consecutivi.
Grande reazione dei partenopei che, dopo un primo tempo da dimenticare con troppi errori difensivi, nella ripresa riacciuffano l’Empoli sfiorando anche la vittoria nei minuti finali.  giovedì gli azzurri tornano in campo per chiudere il turno di Europa League contro lo Slovan Bratislava.
Roberto Sica