CONDIVIDI

Zapata_Duva

Il Napoli porta a casa un punto importante per la corsa al terzo posto pareggiando 1-1 contro la Sampdoria. Gol allo scadere di Zapata che regala un pari in 10 uomini. Scadente la prova di uomini simbolo del Napoli come Hamsik, Higuain e Callejon.

Il Napoli parte più deciso rispetto a Praga e tiene bene il campo. Primo pericolo con Hamsik che di testa devia fuori. Poi è Higuain su punizione a mettere ansia alla difesa sampdoriana. Al 21′ guizzo della Sampdoria che trova la rete con Eder ma il brasiliano era in offside e l’arbitro Rocchi annulla giustamente. Al 23′ Sampdoria vicino al vantaggio: mischia furibonda in area con un batti e ribatti ma la difesa del Napoli libera un angolo. La Sampdoria insiste e schiaccia il Napoli nella propria area. Azzurri in difficoltà netta. Al 36′ occasione colossale in contropiede per Higuain solo davanti a Romero spreca tutto facendosi rubare palla dal portiere blucerchiato. Partita che si innervosisce e cartellini gialli che volano. Ne fanno le spese Soriano, Obiang, Britos e Koulibaly.

Il secondo tempo comincia come era finito il primo: equilibrio in campo e emozioni che latitano. Al 12′ arriva il gol meritato della Sampdoria: Eder dai 25 metri sorprende Rafael e porta in vantaggio la Sampdoria. Ancora inguardabile il portiere del Napoli.

Il Napoli reagisce e crea un occasione con Higuain ma Romero blocca tranquillamente.

Al 20′ ancora Higuain che è da solo prova a servire Callejon ma il suo passaggio è troppo debole. Al 32′ occasione per Jorginho che su sponda di Callejon gira a volo ma la sua conclusione finisce a lato. Benitez le prova tutte togliendo uno scadente Hamsik per Zapata. Al 39′ il Napoli rimane in 10: un imbarazzante Higuain perde palla e Eder si lancia in contropiede, Koulibaly atterra il brasiliano. Per Rocchi è secondo giallo e conseguente rosso. Ma il Napoli non molla e la mossa di Benitez è vincente: cross di Ghoulam e testa di Zapata che firma il pari in 10 uomini e regala un pari insperato. Domenica sfida casalinga contro l’Empoli alle ore 12,30.

Luigi Iervolino