CONDIVIDI

Il tecnico azzurro: voglio il massimo dalla squadra. Jorginho: l’obiettivo è vincere, teniamo molto all’Europa League

CONFERENZAPRAGA-BENITEZ-JORGINHO-FOTOCUOMO-1

“Conosco lo Sparta, è una squadra forte ma voglio il massimo dalla squadra per centrare il successo”. Rafa Benitez determinato e diretto alla vigilia del match a Praga che può valere la qualificazione diretta. Il tecnico azzurro è proiettato alla sfida di domani ma prima ripercorre la partita di domenica con il Cagliari:

“Ero arrabbiato alla fine, non abbiamo gestito bene la gara e non l’abbiamo chiusa nonostante ne avessimo la possibilità. E’ mancata l’intensità della prima mezzora e dei match precedenti e questo è stato il nostr principale errore. Ma sotto tanti profili la squadra è in crescita e adesso dobbiamo guardare avanti. Il match su cui siamo concentrati è questo di domani qui a Praga”.

“Conosco questo campo perché ci sono venuto con il Chelsea e so che non è facile per nessuno vincere qui. Ma noi cercheremo il massimo risultato anche se dovremo stare molto attenti alla loro fase offensiva. Hanno un’ottima organizzazione , lavorano molto in fase di impostazione al servizio di Lafata che ha segnato tanto anche grazie al lavoro di squadra”

Ci sarà turnover? “La formazione non l’ho ancora decisa, posso dire che De Guzman non è al cento per cento della condizione e quindi dovremo fare delle valutazioni. Per il resto abbiamo tante partite ravvicinate e dobbiamo utilizzare e coinvolgere tutta la rosa”.

Come sta Mertens? Recupererà per la Sampdoria? “Non so ancora, sta lavorando piano piano e vedremo come starà. Di certo se riesce ad allenarsi con continuità non avrà problemi a giocare”.

“Il nostro pensiero adesso è alla gara di domani. Ripeto che siamo venuti qua senza fare calcoli, per cercare il successo. Siamo consapevoli che lo Sparta Praga ha grandi stimoli ed una rosa forte, ma siamo altrettanto forti anche noi e possiamo giocarcela contro chiunque. Vogliamo la qualificazione per cercare di arrivare più lontano sarà possibile in Europa”.

Stessa mentalità anche per Jorginho che parla di risultato pieno:

“Conosciamo il valore dello Sparta Praga, abbiamo il massimo rispetto ma domani giocheremo senza calcoli cercando di vincere come nella nostra mentalità. Sentiamo l’importanza dell’Europa League e vogliamo arrivare fino alla fine perché sappiamo che potremmo conquistare un trofeo di prestigio”.

 

Napoli reduce da qualche errore difensivo con il Cagliari…”Gli errori eventualmente non sono di un reparto ma di tutta la squadra. Non è mai responsabilità di un signolo giocatore ma dei movimenti che facciamo tutti quanti in campo”.

Sul suo ruolo: “Io gioco più avanti o più dietro a seconda delle esigenze. Ascolto le indicazioni di Benitez e gioco dove mi indica il tecnico. Il gol? In passato ne ho segnati , prima o poi arriverà ma la cosa fondamentale per il mio ruolo è aiutare la squadra”.

Ci pensi alla Nazionale italiana? “Il mio obiettivo è dare il massimo per il Napoli anche perché la convocazione è frutto del rendimento che si ha nel Club. Certamente se dovesse arrivare sarei felice”.

 

Benitez e Jorginho nella sala conferenze dello stadio Letnà di Praga – (FOTOCUOMO-1)

Fonte S.S.C.NAPOLI