CONDIVIDI

image

 

Un bruttissimo Napoli perde in Svizzera per 2-0 contro lo Young Boys e si fa raggiungere in testa alla classifica del gruppo I di Europa League.

Partita equilibrata nei primi minuti di gara. Prima occasione per lo Young Boys con Horaou che di testa sfiora il palo. Il Napoli risponde su punizione con Mertens che su punizione dal limite impegna il portiere svizzero. Il Napoli insiste e impegna Mvobo con un gran tiro di De Guzman che finisce in corner. Dopo 10 minuti buoni e ben giocati dagli azzurri, il Napoli torna a essere superficiale e a essere poco pericoloso. Occasionissima al 39′ con Mertens con un tiro a giro che impegna seriamente Mvogo.

Nel secondo tempo subito Napoli su punizione di Ghoulam che sfiora il palo. Al 51′ lo Young Boys passa in vantaggio: Horaou riceve in area e batte Rafael facendo esplodere la Suisse arena. Benitez prova a scuotere i suoi attraverso i cambi: entra prima Hamsik al posto di un Michu inguardabile. Al 68′ rigore non concesso a favore degli azzurri: Hamsik viene atterrato in area ma clamorosamente l’arbitro dice di no. Poco dopo fuori Jorginho e dentro Callejon. Al 79′ proprio il nuovo entrato pareggia ma l’arbitro annulla giustamente per offside. Al 87′ ancora Callejon pericoloso ma il portiere blocca a terra. Al 91′ arriva il raddoppio dello Young Boys con Bertone che in contropiede supera Rafael e fa festa per i padroni di casa.
Il Napoli torna con una brutta figura dalla Svizzera e deve ripartire Domenica contro il Verona al San Paolo alle ore 18.
Luigi Iervolino