CONDIVIDI

Mertens

 

Il Napoli reagisce in Europa League e parte bene battendo 3-1 lo Sparta Praga e vola in testa allo girone H. Per il Napoli in gol Higuain e due volte Mertens.
Il Napoli, con il turnover in tutti i ruoli, parte meno deciso rispetto al Chievo e prova le conclusioni da lontano prima con Mertens e poi con Britos. Lo Sparta capisce il momento e alza il baricentro e va subito in rete con Husbauer che da fuori trova il jolly superando Rafael. Il Napoli in difficoltà prova a reagire: al 22′ Hamsik si inserisce in area, calcia colpendo la traversa, arriva Callejon sulla ribattuta e il difensore Costa compie una vera e propria parata. Per l’arbitro Blom è calcio di rigore. Sul dischetto, da campione vero, si presenta Higuain che questa volta non sbaglia e porta in parità la partita. Al 32′ ancora traversa: questa volta è Callejon a colpire il legno con una bordata violenta. Occasione al 42′ per Higuain che si gira ma il suo tiro viene ribattuto e deviato in angolo.
Nel secondo tempo bastano 5 minuti e il Napoli passa: azione fenomenale di Higuain che spacca la difesa dei cechi e Mertens mette in rete con un facile tap in. Al 58′ azione di Henrique sulla destra, tiro da fuori di Gargano respinto male, Hamsik sulla respinta è troppo lezioso e l’azione sfuma. Al 65′ il Napoli va in rete ma l’arbitro annulla: Mertens colpisce con la mano e viene anche ammonito. Al 76′ grande parata del portiere dello Sparta Praga su una conclusione di Callejon. Al 80′ il Napoli chiude il match con una grande serpentina di Mertens che mette il sigillo su questa partita. Per il belga doppietta personale.
Per il Napoli una vittoria fondamentale sopratutto per il morale e l’ambiente buttato a terra dalla sconfitta contro il Chievo. Domenica appuntamento a Udine ore 18.
Luigi Iervolino