CONDIVIDI
image

Due vittorie consecutive per tirarsi fuori dalle zone calde, due vittorie su altrettante dirette avversarie (ora lasciate alle spalle) e la Mariano Keller può tornare a guardare con ottimismo al futuro.  Perché, al di là dei sei punti conquistati che permettono di ritornare al 9° posto in classifica, le partite contro Real Vico e soprattutto Manfredonia, lasciano molto di più alla squadra napoletana. Se, infatti, nella gara con i costieri la compagine biancoblu aveva saputo soffrire nel finale, restando lucida e portando a casa la vittoria, nella trasferta contro i pugliesi gli uomini di Muro hanno fatto ancora di più: nonostante le tante assenze (le ultime in ordine di tempo quelle di Mazzeo e Noviello) e gli uomini contati, hanno saputo lottare per gli interi 90’ di gioco, restando uniti e concentrati sia quando sono passati in vantaggio, sia quando il risultato era negativo, non facendosi abbattere neppure dai due rigori abbastanza generosi concessi agli avversari e riuscendo a far propria una rocambolesca partita grazie alla doppietta di Roghi e alle reti di Fragiello (4° gol in 5 partite per lui) e Sorrentino.

Dopo un periodo buio, quindi, la Keller sembra aver ritrovato la giusta strada: “Col Manfredonia – ha dichiarato il direttore generale Rosa – abbiamo disputato una grandissima gara, davvero una delle più belle di questa stagione. Abbiamo concesso poco agli avversari, tant’è che due dei tre gol pugliesi sono arrivati su calci di rigore, ed abbiamo strameritato la vittoria. Complimenti aFragiello per l’eurogol messo a segno, ma anche a Roghi per la doppietta e a Sorrentino per la rete del 4-3 finale. I complimenti, comunque, vanno a tutti, ai giocatori, al mister, allo staff tecnico. I sei punti conquistati nelle ultime due gare sono stati una vera boccata d’ossigeno per noi, amplificati anche dai risultati delle altre partite; meglio di così non poteva andare. Naturalmente non possiamo pensare di essere già salvi, ma dopo le due ultime prestazioni possiamo dire che è un traguardo alla nostra portata. Dobbiamo solo continuare a giocare concentrati come stiamo facendo. A partire già dalla difficilissima trasferta di domenica a Francavilla: sappiamo che è una squadra di vertice, che sta facendo bene e viene da 4 risultati utili consecutivi, ma non partiamo sconfitti in partenza, andremo lì per giocarcela come abbiamo sempre fatto”.

Consueta chiusura per il dg parlando del settore giovanile: “Dopo l’ennesimo we soddisfacente possiamo già brindare, con largo anticipo, al 1° posto matematico degli Allievi, mentre ai Giovanissimi manca solo un punto. La Juniores ha perso momentaneamente la testa della classifica, ma gli ultimi pareggi con la Turris (rinfoltita d’esperienza) e l’ostico Torrecuso non sono certo da buttare. Sabato ci aspetta lo scontro diretto con la Puteolana, una gara importante ma non decisiva e sono sicuro che i nostri leoncini sapranno fare bella figura”.

Ed in tema di settore giovanile, al termine degli allenamenti che oggi pomeriggio hanno aperto la nuova settimana di lavoro, la parola non può che passare a Salvatore Roghi (‘95), cresciuto nella Keller ed autore di due gol a Manfredonia: “Cercavo da tempo il gol, ci ero andato vicino più volte e finalmente sono andato a segno. È stata una partita sempre in bilico, ma quando Gennaro (Fragiello) ha siglato l’eurogol del 2-2 abbiamo capito che potevamo vincerla. Da parte mia sono contento perché ho contribuito alla vittoria della squadra, una vittoria che dedichiamo al nostro presidente. Da oggi, comunque, dobbiamo dimenticare la gara di sabato scorso e pensare al Francavilla, un’altra dura partita da giocare, sperando di far bene anche lì”.

 

Ufficio Stampa A.S.D. MARIANO KELLER

Antonella Scippa