CONDIVIDI

 

image

La Keller continua la sua preparazione in vista della sfida salvezza col Real Metapontino, in programma sabato 15 allo stadio ‘Perriello’ di Policoro (MT).

A due giorni dalla gara parla il Direttore generale Rosa, ritornando sulla sfortunata partita di domenica scorsa e sul campionato portato avanti dai biancoblu: “Nonostante ci siamo proiettati subito alla prossima gara da affrontare, la sconfitta col Marcianise brucia ancora tantissimo. Abbiamo perso una partita in cui meritavamo, come minimo, il pareggio. Veniamo da un periodo in cui la sfortuna ci accompagna costantemente: a Monopoli offrimmo una grande prestazione, sullo 0-0 potevamo passare 2 volte in vantaggio ed invece ne siamo usciti sconfitti; col Taranto non abbiamo giocato benissimo, ma siamo stati puniti duramente al minimo nostro errore e col Marcianise basta ricordare che all’85’ stavamo vincendo 2-1. D’ora in poi ci aspettano tante finali, da giocar col coltello fra i denti per raggiungere quanto prima la salvezza. A cominciare dalla partita di sabato: sappiamo che sarà una battaglia, che il Metapontino viene da una vittoria importante e come noi vuole risalire la classifica. Ma noi possiamo e dobbiamo fare il massimo; l’impegno che mister, staff tecnico e giocatori mettono nelle partite e negli allenamenti merita la salvezza, così come il bel gioco fatto vedere finora. Sono molto fiducioso nella mia squadra”. Per il dg chiusura d’obbligo sui promettenti giovani leoni: “Come sempre il nostro settore giovanile continua ad essere fonte di soddisfazione. Un plauso va a tutti i nostri ragazzi che, dalla Juniores nazionale agli Esordienti, primeggiano nelle rispettive classifiche”.

La parola passa, poi, a capitan Fragiello che dimostra l’unità del gruppo biancoblu e la voglia di tutti di riscattare le ultime uscite: “Dopo la gara di Taranto, la risposta come prestazione ed approccio alla partita c’è stata, purtroppo ci sono stati errori individuali che hanno compromesso il buon esito finale. Può capitare a me di sbagliare un gol, ad un difensore di perdersi l’avversario; fanno male, ma sono cose che capitano. Naturalmente, d’ora in poi, meno errori commettiamo meglio è. Abbiamo parlato fra di noi nello spogliatoio: col Taranto probabilmente abbiamo impostato male la gara a livello mentale, siamo scesi in campo senza umiltà; col Marcianise si è visto il cambio di rotta, ma bisogna ancora crescere e tenere bene a mente che, fin quando l’arbitro non fischia la fine, i tre punti non sono conquistati. Le disattenzioni finali ci sono costate care. Ora bisogna affrontare tutte le gare che restano con la stessa mentalità messa in campo col Marcianise e sono sicuro che gli sbagli fatti ci aiuteranno a crescere e potremo tornare a raccogliere punti. Ci stiamo allenando bene, la squadra è compatta. Resta il rammarico di aver buttato una gara che avevamo in pugno. Ma proprio per questo sono sicuro che sabato non ci sarà bisogno di nessun incitamento: siamo ancora arrabbiati e vogliamo riprenderci quello che abbiamo perso”.

 

Ufficio Stampa A.S.D. MARIANO KELLER

Antonella Scippa