CONDIVIDI
 Mariano Keller gelbison

M. KELLER: Napoli, Tommasini, Marseglia, Limone (2’stCicatiello), Noviello, Bosco, Falzarano (30’st Sorrentino), Marzocchi, Mazzeo (30’st Fragiello), Santaniello, Roghi. A disp: Parisi, Gala, Fontanarosa, Dragone, Amico, Carginale. All: Muro.

GELBISON: Carotenuto, Di Filippo, Pezzullo, Tricarico, Rugieri, Giordano, Passero (15’st Monso), Santonicola (15’st Trimarco),Grimaudo, Tedesco, Sica (25’st Magliocca). A disp: Cimmino,Aufiero, Iorio, Consiglio, Abagnale, Fiumarella. All: Erra.

ARBITRO: Gualtieri di Asti – ASSISTENTI: Piccolo  e Summa di Taranto

MARCATORI: 8’st Mazzeo (K), 18’st rig. Tedesco (G), 27’stGiordano (G)

NOTE: Ammoniti Falzarano (K), Giordano, Monso e Trimarco(G). Recuperi 1’ e 3’. Angoli 5-5. Fuorigioco 5-2 per la Keller.Spettatori 100 circa.

 

Incappa nella seconda sconfitta casalinga la Keller, in una gara in cui, passata in vantaggio, si è fatta riprendere e superare. Al ‘Paudice’ di fronte due squadre, entrambe vittoriose nell’ultima giornata e in un ottimo stato di forma. Mister Muro si affida allo stesso undici mandato in campo contro il Gladiator, puntando ancora sulla linea verde che tanto bene ha fatto finora; si accomoda in panchina capitano Fragiello che sta recuperando la forma ideale.

L’avvio del primo tempo vede una Gelbison partire subito aggressiva ed andare alla conclusione già al 1’ con Passero, Napoli respinge e Falzarano allontana. Ancora ospiti in attacco al 6’ quando usufruiscono di due calci d’angolo consecutivi, sul primo Marzocchi devia di schiena, sul secondo Sica manda sul fondo. Su un disimpegno sbagliato dei biancoblu, Gelbison di nuovo pericolosa, ma il diagonale di Tedesco va fuori di poco. La Kellersi fa vedere in attacco con una punizione di Marzocchi su cuiTommasini schiaccia di testa, Carotenuto blocca. I padroni di casa prendono coraggio e campo, stazionando maggiormente nella metà campo avversaria. Al 24’ Falzarano si accentra e serve Roghi al limite, il cui tiro è però svirgolato. Poco dopo Santaniello recupera palla, se ne va sulla sinistra e scarica su Marseglia, cross basso per lo stesso Santaniello che calcia da posizione ravvicinata, Carotenuto para in due tempi. La Gelbison tiene in difesa e prova ad infastidire Napoli da calcio piazzato, il tiro di Tedesco finisce alto. Al 33’ Santaniello pesca Mazzeo in area, bello lo stacco ma la conclusione finisce di poco a lato. Ultima emozione della prima frazione di gioco un tiro  potente di Falzarano dalla distanza, spentosi sul fondo.

Nella ripresa la Keller comincia più convinta e al 7’ un cross diFalzarano dalla destra trova pronto Marseglia sotto porta, la mira però è alta. I biancoblu si rifanno dopo un minuto con una bella azione corale, finalizzata di Santaniello che entra in area e mette la palla al centro, che l’accorrente Mazzeo deve solo respingere in rete. La Keller potrebbe anche raddoppiare subito con Santaniello e Roghi ma sono invece i rossoblu di Erra a trovare il pareggio grazie ad un rigore conquistato e trasformato da Tedesco. La gara si riapre, i napoletani tornano in attacco e conquistano prima una punizione che Marseglia tira centrale, poi due angoli che Marzocchi calcia direttamente in porta, dando non pochi problemi a Carotenuto, che riesce comunque a salvare la sua porta. LaGelbison, invece, non sbaglia e sugli sviluppi di un corner Giordano piazza la zampata vincente portando i suoi in vantaggio. Entrano per la Keller forze nuove in attacco, ma la retroguardia rossoblu resta vigile sino alla fine, portando a casa un importante vittoria.

 

Deluso per la sconfitta ma non amareggiato più di tanto, mister Muro così commenta la gara con la Gelbison: “Abbiamo commesso degli errori difensivi nel primo tempo, ma siamo riusciti a reggere. Poi siamo venuti fuori, abbiamo segnato al termine di una bella azione corale, ma ancora una volta non siamo riusciti a gestire il vantaggio. Pecchiamo ancora di inesperienza: quando andiamo in vantaggio non sempre riusciamo a gestire la palla, così subiamo il ritorno degli avversari. Dobbiamo migliorare in questo e lavorare molto. Comunque non posso certo essere deluso di quanto fatto dai miei ragazzi finora. Ad inizio campionato ci davano subito per spacciati, invece siamo qui a metà classifica e con ampi margini di crescita. Per ora va bene così”.

 

Ufficio Stampa A.S.D. MARIANO KELLER

Antonella Scippa