CONDIVIDI

11896977_10206434490916060_1518756459_n

Termina in parità l’amichevole tra Frattese e Casertana. Un uno a uno che dà ottime indicazioni al tecnico nerostellato Stefano Liquidato che, soprattutto nel primo tempo, ha potuto apprezzare i frutti del lavoro di questa fase precampionato. Il trainer frattese ha messo in campo una squadra tonica e con le idee ben chiare, che sta dimostrando di seguire con grande applicazione i dettami del proprio allenatore.

Ritmo serrato, possesso palla e improvvise verticalizzazioni per i tagli degli attaccanti, queste le caratteristiche della Frattese targata Liquidato. Un inizio bruciante, con la gara che si sblocca dopo soli 50’’ grazie alla rete spettacolare di Fabio Longo, bravo a raccogliere il perfetto assist di Celiento dalla sinistra e a trafiggere l’incolpevole Gragnaniello in rovesciata. Una marcatura che vale al bomber la standing ovation della propria tifoseria.

La Frattese della prima mezz’ora offre uno spettacolo che entusiasma i circa trecento tifosi accorsi allo Ianniello, come testimoniano gli applausi per ogni uscita palla al piede dei difensori e per il bel gioco offerto dalla squadra di Liquidato.

La Casertana, nonostante la categoria superiore, nella prima mezz’ora non riesce a reagire ed è messa sotto dai nerostellati, che vanno vicini al secondo gol dopo soli 5’, sempre con Longo, e al quarto d’ora con la doppia occasione con Marotta e Costanzo che impegnano seriamente Gragnaniello.

In questa fase, gli ospiti non vanno oltre qualche conclusione dalla distanza ben neutralizzata dal promettente Rinaldi, portiere classe ’96. Col passare dei minuti i falchetti provano ad alzare il baricentro e verso la fine della prima frazione trovano il pari grazie alla giocata al volo di Ciotola che, ben appostato sul secondo palo, approfitta del cross di Mancosu dalla sinistra e pareggia i conti.

Nel secondo tempo solita girandola di cambi da una parte e dall’altra. Brutto l’episodio del 21’ che costringe l’arbitro a decretare la fine anticipata del match, in seguito all’entrata in ritardo di Costanzo su Rajcic, che reagisce, facendo scaldare gli animi in campo. Il direttore di gara opta per il triplice fischio. Un episodio sicuramente spiacevole che non inficia quanto di buono visto dalla Frattese soprattutto nella prima frazione di gioco.

 

Vincenzo Piscopo