CONDIVIDI

Logo Sarnese

POTENZA. Non basta un gol del solito Maggio alla Sarnese per espugnare il “Viviani”. Dopo essere stati in vantaggio per 79 minuti, i granata hanno concesso due reti ai potentini, negli unici cinque minuti in cui la retroguardia sarnese ha abbassato la guardia. Fino a quel momento, infatti, la difesa aveva retto bene alla verve dell’attacco rossoblu, che aveva costruito tanto ma impensierito poco il giovane portiere Nobile. Il rammarico, tuttavia, è aver sprecato due grosse chance sullo 0 a 1 e sull’1 a 1, rispettivamente con Maggio e Tufano.

La formazione di Vitter (costretto a fare a meno degli squalificati Esposito e Fontanarosa), ha disputato un ottimo primo tempo, trovando il gol dopo 13 minuti di gioco: un cross corto dalla destra di Cozzolino, ha concesso a Maggio di eludere la difesa del Potenza e superare di testa il portiere Patania in uscita, per il 12° gol in campionato.

Venendo alla cronaca del match, al 16′ da registrare una bellissima azione corale della Sarnese, con Guarro che si sovrappone sulla sinistra e crossa al centro, Patania anticipa Maggio in uscita. Al 25′ punizione del campano Viola, Nobile è attento e blocca a terra la sfera. Al 35′ gran tiro dei padroni di casa nuovamente con Viola da fuori area, palla deviata in corner da Nobile.

La ripresa si apre con una punizione pericolosa del solito Viola, Nobile accompagna la palla a lato con lo sguardo. Al 4′ ancora Viola, tiro dal limite, palla ancora fuori. Al 12′ gran tiro a giro dalla distanza di Catanese, palla che sorvola la traversa ed esce. Al 21′ l’ex Nocerina Palumbo ci prova dal limite, tiro debole facile preda del portiere. Al 23′ grossa chance per il Potenza, colpo di testa ravvicinato ma impreciso di Sicignano che termina alto. Al 27′ cross di Cozzolino per Maggio al centro, colpo di testa e miracolo di Patania che respinge coi piedi al volo. Al 29′ Caraccio ci prova da fuori, Nobile blocca senza problemi. Al 34′ il Potenza pareggia con Palumbo, che risolve una mischia con un tap-in in area granata. Al 35′ contropiede della Sarnese, Tufano si invola verso la porta rossoblu tutto solo ma si fa ipnotizzare da Patania, che blocca il tiro. Al 38′ i padroni di casa passano in vantaggio con un gran tiro di Cecconi dall’interno dell’area che termina nel sette. Al 41′ calcio d’angolo di Savarese, testa di Ottobre, palla alta sopra la traversa.

Dopo quattro minuti di recupero termina la disputa, con la vice-capolista che conquista tre punti a onor del vero insperati fino a dieci minuti dal termine del match e la Sarnese che si lecca le ferite e si prepara al match interno col Grottaglie, in cui gli uomini di Vitter dovranno ottenere un successo per blindare definitivamente la salvezza in serie D.

TABELLINO

POTENZA (3-5-2): Patania, Amendola (12’st Cecconi), Posillipo, Viola, Cianni, Sicignano, Basso, Catanese, Vaccaro, Palumbo, Di Senso (20’st Caraccio). A disposizione: Napoli, Akuku, Foscolo, Lacidogna, Lauria, Lolaico, Pellegrino. Allenatore: Giacomarro

SARNESE (3-5-2): Nobile, Cozzolino, Liccardi (22’st Imparato), Catalano, Guarro, Di Capua (44’st Nasto), Savarese, Ottobre, Maggio, Tufano, Ianniello. A disposizione: Baietti, Viscovo, Liccardi, Nasti, Grenni, Di Palma, Simonetti, Iovene Allenatore: Vitter

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia

RETI: 13’pt Maggio (S), 34’st Palumbo (P), 38’st Cecconi (P)

NOTE: Spettatori 2000 circa. Ammoniti Liccardi, Guarro, Di Capua, Maggio (S), Amendola, Posillipo (P). Al 35’st espulso Di Senso (P) dalla panchina. Angoli Potenza 11 – 3 Sarnese. Recuperi 1°T: 1′ – 2°T: 4′.

 

Francesco Lanzetta

addettostampa@polisportivasarnese.it

ASD Polisportiva Sarnese Calcio